Inchiesta Ast, torna libero l'ex dirigente Fiduccia - QdS

Inchiesta Ast, l’ex dirigente Fiduccia torna libero

webms

Inchiesta Ast, l’ex dirigente Fiduccia torna libero

webms |
mercoledì 10 Agosto 2022 - 09:56

L'ex direttore dell'Azienda Siciliana Trasporti, partecipata della Regione, era rimasto coinvolto nell'ambito dell'inchiesta "Gomme lisce" per presunti casi di corruzione.

Ugo Enrico Fiduccia, ex direttore dell’Ast (Azienda Siciliana Trasporti, partecipata della Regione Siciliana), torna in libertà. Così ha deciso il tribunale della Libertà di Palermo, presieduto da Fabrizio Lo Forte, accogliendo le tesi degli avvocati difensori Massimo Motisi e Marco Aricò.

Per l’ex direttore dell’Ast rimarrà però un divieto: quello di esercitare uffici direttivi e di imprese per 12 mesi. Un fatto di importanza limitata, visto che l’ex dirigente della partecipata regionale è in pensione ormai dallo scorso 1 aprile.

Inchiesta Ast, ex dirigente Fiduccia libero: perché era ai domiciliari

Enrico Fiduccia, ex direttore dell’Ast, era rimasto coinvolto nell’inchiesta “Gomme lisce”. Secondo l’accusa, Fiduccia avrebbe gestito l’azienda “in maniera privatistica”, truccando gare e permettendo “favoritismi” per i propri amici.

La scoperta delle irregolarità da parte della Guardia di Finanza aveva portato all’indagine conclusosi con l’arresto dell’ex dirigente Ast, posto poi ai domiciliari. Le indagini hanno coinvolto 16 persone, accusate di corruzione e frode. In passato, nel corso degli interrogatori sul caso, l’indagato aveva negato di aver commesso i reati a lui contestati. Non avrebbe favorito imprenditori, ma la concorrenza, nell’ottica di consentire dei risparmi e un risanamento dell’azienda.

Anche il governatore siciliano Nello Musumeci negli scorsi mesi si era espresso sulla vicenda.

Immagine di repertorio

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684