Un bilancio positivo per la GdF nissena: lotta all’evasione e agli illeciti ambientali - QdS

Un bilancio positivo per la GdF nissena: lotta all’evasione e agli illeciti ambientali

Annalisa Giunta

Un bilancio positivo per la GdF nissena: lotta all’evasione e agli illeciti ambientali

giovedì 27 Giugno 2019 - 00:00
Un bilancio positivo per la GdF nissena: lotta all’evasione e agli illeciti ambientali

Scoperti 47 soggetti sconosciuti al Fisco ritenuti responsabili di aver sottratto a tassazione 20 mln di €. Un punto sugli interventi effettuati nel 2018 e nei primi cinque mesi dell’anno in corso

CALTANISSETTA – Tempo di bilanci per la Guardia di Finanza in occasione del 245° anniversario della fondazione del Corpo. Un bilancio positivo quello del 2018 e dei primi cinque mesi dell’anno corrente, come sottolineato dal comandante provinciale Andrea Antonioli, che ha ringraziato pubblicamente i suoi uomini per il lavoro svolto.

Circa 450 gli interventi ispettivi nei confronti di persone e imprese considerate a rischio di evasione fiscale: tra le indagini si ricorda quella “Società per compens’azioni” che ha portato al provvedimento di custodia cautelare in carcere per sei persone nonché al sequestro preventivo di 22 milioni di euro.

Per reati fiscali sono state denunciate 115 persone di cui 6 in stato di arresto. I sequestri hanno superato i 24,5 milioni di euro, mentre le proposte di sequestro si sono attestate a circa 21,3 milioni di euro.

Ben 47 i soggetti sconosciuti al Fisco ritenuti responsabili di aver evaso oltre 3,7 milioni di Iva e sottratto a tassazione una base imponibile netta di oltre 20 milioni di euro. Quasi cinquecento (480) i lavoratori in nero e irregolari per cui sono stati verbalizzati 72 datori di lavoro.

Nell’ambito della lotta ai fenomeni di corruzione, peculato, concussione e abuso d’ufficio sono stati denunciati venti soggetti, undici in qualità di pubblici ufficiali dei quali tre in stato d’arresto. Controllati appalti per oltre 31,6 milioni di euro: il valore delle procedure contrattuali risultate irregolari si è attestato oltre i 22 milioni di euro per i quali sono stati denunciati 19 soggetti.

In riferimento alle frodi comunitarie o al bilancio nazionale/locale sono stati controllati contributi per un importo pari a oltre 32 milioni di euro, contestando l’indebita percezione di oltre 28 milioni di euro. Avanzate all’Autorità giudiziaria proposte di sequestro per un valore di circa 3,5 milioni di euro.

Accertate anche irregolarità a danno del Servizio sanitario nazionale: 44 i casi di violazione che hanno determinato un danno di oltre 28 mila euro.

In applicazione alla normativa antimafia sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 112 soggetti (89 persone fisiche e 23 giuridiche) che hanno portato alla confisca di beni e valori per oltre 1,7 milioni di euro e al sequestro di 17 milioni di euro.

Nella lotta alla contraffazione, al falso made in Italy e alla commercializzazione di prodotti non sicuri o dannosi per la salute sono state denunciate 40 persone e sequestrati oltre 7.600 articoli contraffatti.

Per la prevenzione e repressione dei reati ambientali è stato ricordato il sequestro dell’area artigianale di di Bompensiere, di circa 13 mila mq, mai entrata in funzione e adibita abusivamente a discarica a cielo aperto.

Nell’ambito del contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti sono stati sequestrati 35 kg di droga e denunciate 32 persone di cui dodici in stato di arresto.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684