Francia, Zemmour punta fucile contro i giornalisti, è polemica - QdS

Francia, Zemmour punta fucile contro i giornalisti, è polemica

web-mp

Francia, Zemmour punta fucile contro i giornalisti, è polemica

web-mp |
giovedì 21 Ottobre 2021 - 08:16

Il video del gesto di Zemmour, postato su Twitter dal giornalista dell'Obs Lucas Burel, è diventato subito virale, con oltre 2 milioni di visualizzazioni, e la vicenda è riportata da tutti i media

Nuova
bufera sul polemista francese di estrema destra Eric Zemmour, che oggi ha
puntato un fucile ad alta precisione contro i giornalisti durante una vista a
Milipol, una fiera della sicurezza. “Ora non ridete più, fate largo,
indietreggiate”, ha detto con una risatina, rimettendo poi a posto l’arma
su uno degli stand dell’esposizione a Villepinte, nella banlieue parigina. Ma
il suo gesto non ha fatto molto ridere, tanto più che Zemmour, potenziale
candidato alle presidenziali francesi, ha recentemente detto di voler
“levare potere” ai media. Il fucile era un’arma usata dal Raid, le
teste di cuoio francesi.

Il
video del gesto di Zemmour, postato su Twitter dal giornalista dell’Obs Lucas
Burel, è diventato subito virale, con oltre 2 milioni di visualizzazioni, e la
vicenda è riportata da tutti i media. La prima a reagire è stata Marlene
Schiappa, sottosegretario alla Cittadinanza. “E’ orribile. Soprattutto
dopo aver detto seriamente di ‘voler ridurre il potere dei media’. In una
democrazia la libertà di stampa non è uno scherzo e non va mai
minacciata”, ha scritto su Twitter.

“Marlene Schiappa è un’imbecille. E’ grottesca e ridicola”, è stata la risposta di Zemmour, in linea con il suo personaggio. Il polemista di estrema destra non ha ancora confermato se intende veramente candidarsi alle presidenziali della prossima primavera, ma è in ascesa nei sondaggi, con un rilevamento del 6 ottobre che lo indicava al ballottaggio contro il presidente Emmanuel Macron. In un incontro sabato a Beziers ha tuonato contro “i contro poteri che sono diventati poteri: la giustizia, i media, le minoranze”, dichiarando di voler togliere loro il potere. (AGI)

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001