Zootecnia in crisi, Elio Catania: "Servono risorse" - QdS

Zootecnia in profonda crisi: “Servono risorse per aziende e più fonti di approvvigionamento”

webms

Zootecnia in profonda crisi: “Servono risorse per aziende e più fonti di approvvigionamento”

webms |
giovedì 16 Giugno 2022 - 14:56

"Ci sono tante risorse che possono essere a disposizione del mondo agricolo", sottolinea Elio Catania all'assemblea di Unaitalia a Roma.

La zootecnia, che si occupa dell’allevamento e la cura degli animali domestici, è tra i settori più in crisi in Italia. Per Elio Catania, consigliere del ministro per le Politiche agricole, la soluzione è “separare risorse per aiutare le aziende” e “diversificare le fonti di approvvigionamento”.

Ecco le dichiarazioni del consigliere all’assemblea di Unaitalia (Associazione Filiere Agroalimentari Italiane) a Roma.

Zootecnia in crisi: le dichiarazioni

“La situazione richiede interventi chirurgici per avere degli effetti, filiera per filiera. L’avicoltura è uno dei settori più colpiti e i macro trend rilevanti ci impongono di ripensare in maniera molto più profonda che non in passato il sistema agricolo. Pensiamo alla diversificazione delle fonti di approvvigionamento, all’efficienza del sistema logistico e all’innovazione dei processi e dei prodotti per far fronte alla sfida ambientale e alla competitività”. Queste le parole di Elio Catania all’assemblea di Unaitalia.

“Ora è il momento di separare le risorse necessarie per aiutare il sistema produttivo con interventi economici e di sostegno che aiutino la trasformazione. Ci dobbiamo concentrare su questo”.

“Questo è l’impegno che il Ministero sta portando avanti con interventi a breve. Guardando al futuro, bisogna usare risorse per incidere sui fondamentali”.

Concludendo con una considerazione sulla crisi della zootecnia e il supporto con i fondi del Pnrr, Catania dichiara: “Voglio essere positivo: è stato fatto ante guerra, ma se scaviamo bene ci sono tante risorse che possono essere a disposizione del mondo agricolo”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684