Caltanissetta - Bilancio di fine 2009 per la Gdf, 107 mln di redditi non dichiarati - QdS

Caltanissetta – Bilancio di fine 2009 per la Gdf, 107 mln di redditi non dichiarati

Nicola Digiugno

Caltanissetta – Bilancio di fine 2009 per la Gdf, 107 mln di redditi non dichiarati

giovedì 31 Dicembre 2009 - 00:00

Imponente l’azione di contrasto delle Fiamme gialle verso la pirateria audiovisiva e informatica. Tempo di verifiche per il colonnello Ardizzone, che guida l’attività nel nisseno

CALTANISSETTA – Tempo di bilanci per la Guardia di finanza nel nisseno, guidata dal colonnello Gianfranco Ardizzone, a pochi giorni dalla conclusione dell’anno solare.
Conseguiti notevoli risultati nella tutela degli interessi erariali e dell’Unione. Nei comparti del “sommerso d’azienda” e del “lavoro nero”, individuati 35 evasori totali, operatori economici sconosciuti al fisco, 8 evasori paratotali, contribuenti che non hanno dichiarato redditi per un ammontare superiore al 50% di quelli effettivamente dovuti, nonché 31 lavoratori in nero e irregolari.
Nel settore tributario, eseguite 808 attività ispettive, tra verifiche, accertamenti patrimoniali, ispezioni antiriciclaggio, segnalazioni per operazioni sospette e controlli, 3.827 tra controlli sulla regolare emissione di scontrini e ricevute fiscali e controlli su strada.
L’attività ha permesso di segnalare il recupero a tassazione di redditi per 107 milioni e 745 mila euro, ritenute su redditi di lavoratori dipendenti in nero non operate per un milione e 263 mila euro, Inoltre, Iva evasa all’erario per circa 20 milioni e 147 mila euro, rilevate 676 mancate emissioni di scontrini e ricevute fiscali, che hanno portato all’inoltro di proposta di chiusura temporanea di 31 esercizi commerciali, con la denuncia all’Autorità giudiziaria di 87 persone per reati fiscali.
Sul versante delle frodi comunitarie, constatate indebite percezioni di contributi per circa un milione e 847 mila euro, bloccata la concessione di finanziamenti per 934 mila e 408 euro, con relativa segnalazione della responsabilità penale di 6 persone.
Imponente anche l’azione di contrasto alla pirateria audiovisiva e informatica e all’illecito utilizzo di apparecchi e congegni finalizzati al divertimento: effettuati complessivamente 30 interventi, che hanno portato ad un arresto, al sequestro di circa 7 mila compact disc e 24 apparecchi per videogame.
Controllati, inoltre, diversi depositi di prodotti petroliferi e impianti stradali per la distribuzione di carburanti al fine di constatare, da un lato il corretto pagamento delle imposte dovute e, dall’altro verificare la genuinità dei prodotti petroliferi immessi in consumo e la regolare erogazione. In tema di tutela dell’ambiente, sotto sequestro 16 discariche oltre mille e 800 chili di oli minerali agevolati, con l’accertamento di consumi in frode per 87.600 chilogrammi. Sequestri anche nell’ambito di controlli in attività commerciali: sequestrati 1.431 prodotti e capi d’abbigliamento con marchi contraffatti. Complessivamente 39 denunce.

Danni erariali. Denunce per 25 milioni di euro
CALTANISSETTA – Degni di nota anche i sequestri e le confische operati dai militari della Guardia di finanza provinciale nei confronti di presunti appartenenti a organizzazioni mafiose e criminali: attenzioni puntate su beni immobili e mobili per un valore di circa 2 milioni e 425 mila euro. Contestualmente, denunciate 369 persone, 8 in stato di arresto.
Rilevante impegno nel contrasto all’impiego distorto di risorse pubbliche, con la segnalazione di danni erariali alla Procura regionale della Corte dei conti per circa 25 milioni di euro. Una cifra ragguardevole.
Il comando provinciale, adempiendo ai compiti di Polizia economico-finanziaria e studiando attentamente la realtà del territorio, ha conseguito significativi risultati anche per la salvaguardia dell’ordine e della sicurezza pubblica. Contro il traffico di sostanze stupefacenti, ingenti sequestri di hashish, marijuana e cocaina, con 4 arresti e 97 segnalazioni.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684