Corsi Iefp 2019-2020, la Regione detta i tempi, ultimi giorni per scegliere i percorsi - QdS

Corsi Iefp 2019-2020, la Regione detta i tempi, ultimi giorni per scegliere i percorsi

Michele Giuliano

Corsi Iefp 2019-2020, la Regione detta i tempi, ultimi giorni per scegliere i percorsi

giovedì 24 Gennaio 2019 - 07:00

Emanata circolare che stabilisce le modalità di iscrizione ai corsi di istruzione e formazione. Adesioni esclusivamente on line e ci sarà tempo sino alle ore 20 del prossimo 31 gennaio negli istituti professionali e paritari

PALERMO – Si comincia a pensare all’anno scolastico 2019/2020. L’assessorato regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale ha pubblicato la circolare che detta le regole per potersi iscrivere ai prossimi percorsi di istruzione e formazione professionale meglio conosciuti come IeFp, realizzati dagli istituti professionali di Stato in regime di sussidiarietà. Innanzitutto i tempi: le iscrizioni si effettuano on-line e ci sarà tempo sino alle ore 20 del prossimo 31 gennaio. Stessa cosa vale per le scuole paritarie, che dovranno adeguarsi al più presto: la mancata attivazione dell’iscrizione con la modalità on-line entro l’anno scolastico 2021/2022 porterà alla revoca della parità scolastica.
Genitori o tutori accederanno al servizio “Iscrizioni on-line”, disponibile sul portale del Miur utilizzando le credenziali fomite tramite la registrazione sul sito www.iscrizioni.istruzione.it, attivo dal prossimo 27 dicembre.
Coloro che sono in possesso di una identità digitale possono accedere al servizio utilizzando le credenziali del proprio gestore. All’atto dell’iscrizione, i genitori rendono le informazioni essenziali relative all’alunno (codice fiscale, nome e cognome, data di nascita, residenza , etc.) ed esprimono le loro preferenze in merito all’offerta formativa proposta dalla scuola o dal centro di formazione professionale prescelto.
È possibile presentare una sola domanda per ciascun alunno, ma si potrà indicare anche una seconda o terza scuola su cui indirizzare la domanda nel caso in cui l’istituzione di prima scelta non avesse disponibilità di posti.
Sono escluse dalla modalità telematica le iscrizioni relative ai percorsi di istruzione per gli adulti, compresi quelli attivati presso gli istituti di prevenzione e pena e quelle di alunni in fase di pre-adozione, per garantirne l’adeguata protezione e riservatezza. In questo caso, l’iscrizione viene effettuata dalla famiglia affidataria direttamente presso l’istituto prescelto. Le iscrizioni degli alunni con disabilità, effettuate nella modalità on line, vanno perfezionate con la presentazione alla scuola prescelta di tutta la certificazione rilasciata dall’Asp provinciale di competenza, comprensiva della diagnosi funzionale.
Sulla base di tale certificazione e della diagnosi funzionale, la scuola precede alla richiesta di personale docente di sostegno e di eventuali assistenti educativi a carico dell’ente locale, nonchè alla successiva stesura del piano educativo individualizzato, in stretta relazione con la famiglia e gli specialisti dell’azienda sanitaria.
Alunne e alunni con disabilità ultradiciottenni, non in possesso del diploma di licenza conclusivo del primo ciclo, ovvero in possesso del diploma di licenza conclusivo del primo ciclo ma non frequentanti l’istruzione secondaria di secondo grado, hanno diritto a frequentare i percorsi di istruzione per gli adulti.
Anche nel caso di iscrizioni di alunni con diagnosi di disturbo specifico di apprendimento (Dsa), effettuate nella modalità on line, sarà necessario perfezionare il tutto con la presentazione alla scuola prescelta della relativa diagnosi.
Le alunne e gli alunni con diagnosi di Dsa, esonerati dall’insegnamento della lingua straniera o dispensati dalle prove scritte di lingua straniera conseguono comunque titolo valido per l’iscrizione alla scuola secondaria di secondo grado. Agli alunni con cittadinanza non italiana si applicano le medesime procedure di iscrizione.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684