Enna - Si scommette sull’area artigianale. Il Comune assegna ulteriori fondi - QdS

Enna – Si scommette sull’area artigianale. Il Comune assegna ulteriori fondi

Cinzia Nicita

Enna – Si scommette sull’area artigianale. Il Comune assegna ulteriori fondi

giovedì 19 Maggio 2011 - 00:00

Il progetto, in un primo momento escluso dai finanziamenti regionali, vuole rilanciare l’economia locale. Assunto un nuovo impegno di spesa necessario per coprire la compartecipazione

PIAZZA ARMERINA (EN) – Dal Palazzo di città arrivano importanti novità per la realizzazione dell’area artigianale di contrada Bellia: il sindaco Fausto Carmelo Nigrelli e la Giunta hanno deliberato l’assunzione di un ulteriore impegno di spesa finalizzato a coprirne la compartecipazione.
Il progetto delle opere di urbanizzazione redatto dall’Ufficio tecnico comunale, diretto da Mario Duminuco, prevedeva una spesa per un importo complessivo di 3,5 mln di euro. Due mln e 976 mila euro utili alla realizzazione di tutte le opere di urbanizzazione primaria dell’area – fra cui strade, impianti, infrastrutture che poi saranno destinati agli insediamenti produttivi – sono stati finanziati dall’assessorato regionale dell’Economia. La restante parte della somma sarà finanziata con un mutuo a carico della casse comunali.
Il Comune in una fase iniziale aveva assunto un impegno di spesa pari a 550 mila euro ma questa cifra, in fase di progettazione esecutiva, si è rivelata insufficiente e si è reso necessario prevedere un ulteriore impegno di 47 mila euro, portando la cifra totale a 606.500 euro, di cui 449.500 recuperabili dagli assegnatari dei lotti edificabili.
Il progetto, inserito nella graduatoria con Ddg n. 1884/3S del 06 luglio 2009 relativa al bando pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Regione Sicilia del 02 maggio 2008 era stato, in un primo momento, escluso dal finanziamento a causa di alcuni problemi riguardanti le aree artigianali del comune di Ramacca.
Dopo un energico intervento del sindaco Fausto Carmelo Nigrelli e dell’assessore comunale ai Lavori pubblici, Gaetano Guccio, il progetto è stato inserito in graduatoria, sebbene collocato al di fuori dei posti utili per il primo finanziamento e solo successivamente finanziato con decreto dell’assessorato regionale dell’Economia, operando una variazione di bilancio determinante l’aumento della disponibilità di somme per gli interventi esclusi in un primo momento.
A lavori ultimati saranno 27 gli insediamenti produttivi, per 550 metri quadri di superficie ciascuno, che potranno ospitare le aziende locali e nazionali che ne facciano richiesta.
La ricaduta sul territorio potrebbe rivelarsi fondamentale per una città che, da decenni, vive una forte crisi economica e occupazionale.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684