A Petrosino i giovani “sentinelle della legalità” - QdS

A Petrosino i giovani “sentinelle della legalità”

redazione

A Petrosino i giovani “sentinelle della legalità”

mercoledì 27 Marzo 2019 - 00:00

PETROSINO (TP) – Ha fatto tappa a Petrosino il progetto “I giovani. Sentinelle della legalità” della Fondazione Antonino Caponnetto. Nell’Aula consiliare, l’Amministrazione comunale ha incontrato 80 studenti dell’istituto comprensivo Gesualdo Nosengo nell’ambito dell’iniziativa nata nel 2009 su input dell’organismo che porta il nome del giudice antimafia. “Si è trattato di un confronto molto bello e costruttivo sulla cultura della legalità e sulla cittadinanza attiva”, è stato il commento dell’assessore Roberto Angileri, che ha aggiunto: “Come Amministrazione comunale abbiamo ascoltato la voce dei ragazzi e le loro proposte. Gli studenti hanno dato dimostrazione di cosa significhi essere cittadini attivi che partecipano con conoscenza, condivisione e competenza alle scelte di una comunità”.
Ad accogliere gli studenti è stato il sindaco Gaspare Giacalone, che nel corso del suo intervento ha fatto un richiamo alle coscienze dei ragazzi: “Non bastano più le parole, troppe volte abbiamo sentito parole di legalità pronunciate da chi, nei fatti, aveva legami con la mafia. Occorre guardare le storie delle persone, i fatti, la realtà circostante e la storia recente”. “La scuola, quale luogo privilegiato di costruzione delle competenze e dei valori di convivenza civile, si impegna a coltivare e a far crescere la cultura della legalità come esercizio e pratica di cittadinanza attiva anche in dialogo con il territorio. Per queste motivazioni, abbiamo scelto di aderire al progetto promosso dalla Fondazione”, ha evidenziato il dirigente scolastico della Nosengo, Giuseppe Inglese.
L’incontro è stato moderato dal responsabile nazionale del settore scuola della Fondazione Caponnetto, Domenico Bilotta. Durante il confronto è intervenuto anche Angelo Corbo, agente della scorta del giudice Giovanni Falcone, unico sopravvissuto alla strage di Capaci. Gli studenti hanno avanzato alcune proposte all’Amministrazione comunale riguardanti la cura degli spazi verdi, l’impiantistica sportiva, la raccolta dei rifiuti e la mobilità. Idee e richieste rispetto alle quali il Sindaco e gli Assessori hanno fornito risposte e chiarimenti.
Il progetto della Fondazione Caponnetto, che in tutta Italia coinvolge decine di scuole e centinaia di studenti, prevede altri due incontri: uno a livello provinciale, che si terrà nei prossimi mesi, a Trapani, e uno a livello regionale, che successivamente si terrà a Palermo.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684