Afghanistan, morto il bimbo caduto in un pozzo, aveva nove anni - QdS

Afghanistan, morto il bimbo caduto in un pozzo, aveva nove anni

web-mp

Afghanistan, morto il bimbo caduto in un pozzo, aveva nove anni

web-mp |
venerdì 18 Febbraio 2022 - 09:01

La tragica storia di Haidar ricorda quella del bimbo Ryan di cinque anni morto in Marocco a inizio mese in circostanze analoghe

Il bambino intrappolato in un pozzo in Afghanistan è morto: lo hanno annunciato funzionari talebani. Il piccolo di 9 anni era caduto due giorni fa dentro un pozzo in un remoto villaggio del Paese.

Un caso che ricorda quello del piccolo Rayan, il bimbo marocchino di 5 anni rimasto intrappolato in un pozzo e morto dopo 4 giorni.

I soccorritori, in una corsa contro il tempo, hanno scavato da un fosso aperto ad angolo in superficie per cercare di raggiungere il punto in cui il bimbo è intrappolato. Una tecnica simile a quella che i soccorritori hanno tentato in Marocco all’inizio di febbraio per salvare il piccolo Rayan.

Le operazioni di soccorso

L’operazione per salvare il bimbo afghano era scattata nel villaggio di Shokak, nella provincia di Zabul.

Video postati dai cittadini sui social media – compresi i funzionari del nuovo governo talebano – mostravano un bambino identificato con il nome di Haidar incastrato nel pozzo, in grado di muovere le braccia e la parte superiore del corpo.

I video sui social

“Stai bene figlio mio? Parlami e non piangere, stiamo lavorando per tirarti fuori”, dice nel video il padre al piccolo. “Va bene, continuerò a parlare,” risponde Haidar.

Il video era stato girato dai soccorritori che hanno calato con una fune una telecamera nello stretto pozzo. Funzionari locali hanno detto che il bambino è intrappolato a una decina di metri dal pozzo profondo 25 metri. “C’è una squadra con un’ambulanza, ossigeno e altre attrezzature necessarie”, ha twittato Abdullah Azzam, segretario del vice primo ministro Abdulghani Barada.

Il cordoglio delle Istituzioni

Haidar “ci ha lasciati per sempre”, ha twittato Anas Haqqani, consigliere anziano del ministero dell’Interno, spiegando che “questo è un altro giorno di lutto e dolore per il nostro Paese”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684