Agricoltura, intesa su riparto fondi e bandi entro fine estate in Sicilia - QdS

Agricoltura, raggiunta intesa su programmazione Feasr 2023-2027. Scilla: “Bandi a fine estate”.

webms

Agricoltura, raggiunta intesa su programmazione Feasr 2023-2027. Scilla: “Bandi a fine estate”.

webms |
lunedì 13 Giugno 2022 - 12:35

Sarà possibile attivare bandi già alla fine dell'estate e si punterà sull'inserimento dei giovani in agricoltura e il sostegno alle imprese.

“Buone notizie dalla Commissione Politiche Agricole: raggiunta l’intesa sul riparto delle risorse finanziarie per il nuovo periodo di programmazione 2023-2027″. A dichiararlo è l’assessore regionale all’Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea, Toni Scilla. I bandi per l’agricoltura in Sicilia dovrebbero arrivare già a fine estate.

Bandi agricoltura in Sicilia: il commento di Scilla

“Sarà possibile attivare i relativi bandi già alla fine dell’estate, dando subito nuove opportunità agli imprenditori agricoli siciliani”, afferma il rappresentante del governo Musumeci.

“Si tratta di un buon accordo per la Sicilia, a seguito della maggiore incidenza del cofinanziamento nazionale, dal momento si passa dai circa 2,2 miliardi di euro di spesa pubblica del settennio 2014-2020 ai circa 2,6 miliardi di euro per il settennio 2021-2027″.

Si prevedono anche nuovi finanziamenti per favorire l’inserimento dei giovani nel settore primario, in crisi ormai da diverso tempo. “Saranno finanziate, tra le altre, le misure che riguardano l’insediamento dei giovani in agricoltura, gli investimenti nelle aziende agricole e, ancora, misure specifiche per gli agriturismi e per le strade interpoderali”, spiega Scilla.

“Serve sottolineare che questo accordo vale solo ed esclusivamente per la programmazione 2023-2027 e non rappresenta alcun precedente per le prossime programmazioni. Questo significa che i futuri criteri che stabiliranno le successive ripartizioni saranno stabiliti in un secondo tempo”. Con questo chiarimento, l’assessore siciliano all’Agricoltura conclude il commento sull’arrivo dei nuovi bandi in Sicilia.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684