Agrigento, decoro urbano da tutelare partendo dai più giovani - QdS

Agrigento, decoro urbano da tutelare partendo dai più giovani

Irene Milisenda

Agrigento, decoro urbano da tutelare partendo dai più giovani

sabato 04 Dicembre 2021 - 00:10

Amministrazione comunale, scuole e associazioni del territorio pronte a lanciare il progetto #agrigentopulita, una campagna di sensibilizzazione destinata proprio alle nuove generazioni

AGRIGENTO – La Città dei Templi è stabilmente tra i primi capoluoghi di provincia in Sicilia per percentuali di raccolta differenziata, ma nonostante questo la città appare comunque sporca. I grandi sforzi dei cittadini, dell’Amministrazione comunale e delle ditte private vengono vanificati continuamente dagli incivili, che continuano ad abbandonare i rifiuti in ogni luogo della città.

Per potenziare la raccolta differenziata e dare un maggiore decoro al territorio, l’Amministrazione comunale retta dal sindaco Franco Miccichè ha lanciato l’iniziativa #agrigentopulita, una campagna di sensibilizzazione destinata ai giovani cittadini, che vede il coinvolgimento degli istituti scolastici Agrigento centro, Anna Frank, Esseneto, Quasimodo e Rita Levi Montalcini. Ben 1.509 studenti cui si aggiungono i rappresentanti dell associazioni ambientaliste Fai, Italia Nostra, Legambiente, Mareamico, Marevivo e Wwf, insieme alle ditte Iseda, Sea e Seap.

“È un progetto che parte dai giovani – ha dichiarato il sindaco Micciché – per cercare di invogliarli e indirizzarli a seguire un comportamento per migliorare la vivibilità di Agrigento. I ragazzi sono il nostro obiettivo, perché hanno la capacità di scandalizzarsi più degli adulti e sono in grado di educare anche chi è più grande di loro”.

Gli incontri inizieranno il 6 dicembre e si concluderanno il 21 gennaio: con ogni singola classe vi sarà un confronto della durata di circa trenta minuti basato su un format che prevede la proiezione di un video, la distribuzione agli studenti di una brochure e gli interventi dei rappresentanti delle associazioni ambientaliste che aderiscono all’iniziativa.

“Sono stato sempre sostenitore del decoro urbano – ha concluso il primo cittadino di Agrigento – e sto cercando di far diventare la nostra una città normale. So ormai molto bene quanto sia difficile pulire e mantenere pulita la nostra città ed è per questo che ho deciso di convocare le scuole, le associazioni ambientaliste e le ditte private, per unire le forze e migliorare la cura degli spazi pubblici e porgere maggiore attenzione al decoro urbano”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684