Agrigento, Miccichè assegna le deleghe agli assessori - QdS

Agrigento, Miccichè assegna le deleghe agli assessori

Irene Milisenda

Agrigento, Miccichè assegna le deleghe agli assessori

giovedì 29 Ottobre 2020 - 00:00
Agrigento, Miccichè assegna le deleghe agli assessori

Adesso è attesa la prima seduta del Consiglio comunale e l’elezione del suo presidente. Il primo cittadino avverte: “Sarò attento e vigile al lavoro dei miei collaboratori”

AGRIGENTO – Il nuovo sindaco di Agrigento, Franco Miccichè, dopo la proclamazione e l’insediamento presso il Palazzo dei Giganti, si è messo subito a lavoro a servizio della città.

Una delle primissime priorità è stata quella di far abbattere la porta divisoria che era stata istallata dal suo predecessore. Un segnale di apertura alla città, un modo per sottolineare il cambiamento di rotta, più volte sottolineato in campagna elettorale. Ha incontrato nei giorni scorsi le figure istituzionali e ha preso subito in mano le redini sulla situazione epidemiologica legata al Coronavirus, con maggiore controllo e sicurezza sul territorio, e attenzione nel mondo della scuola. La prima seduta del consiglio comunale dovrebbe essere convocata tra il 7 ed il 9 di novembre, con all’ordine del giorno l’insediamento della nuova assise e l’elezione del presidente. Dei 24 consiglieri, otto sono all’opposizione capitanati proprio dal sindaco uscente Calogero Firetto.

Intanto il primo cittadino ha presieduto la prima Giunta comunale, approvando la delibera relativa ad Agenda urbana, azione 4.6.4, per la realizzazione della rete strategica ciclo-pedonale Lungomare di San Leone, Parco Archeologico e centro città, per un importo di 3.550.000 euro e ha assegnato tutte le deleghe ai nuovi assessori. Il Sindaco Miccichè tiene per sé al momento le deleghe alla Polizia municipale e alle Politiche per la sicurezza. “Sarò vigile e attento al lavoro dei miei collaboratori. Sul lavoro non sono il Franco Miccichè che conoscete tutti, ma sono un mastino – ha dichiarato il sindaco Miccichè -. Non tollero le inadempienze e i ritardi. Sarò sempre accanto a voi, voglio che questi assessorati siano flessibili, voglio che ci sia lavoro di squadra, perché solo lavorando insieme e bene riusciamo a portare a casa gli obiettivi prefissati”.

A fianco avrà il commercialista Aurelio Trupia come vicesindaco che gestirà le casse comunali, infatti gli è stata assegnata la delega al Bilancio insieme a Programmazione economica; Finanze; Patrimonio; Materie relative al personale, all’ordinamento e all’organizzazione uffici; Nettezza urbana e politiche per l’ambiente e della qualità dell’aria; Avvocatura comunale, Affari legali. A Gianni Tuttolomondo di Diventerà Bellissima andrà Politiche di governo del territorio, Pianificazione urbanistica e gestione del territorio, Smart city, Abbattimento barriere architettoniche, Centro storico, Rigenerazione urbana e Agenda urbana. Il primo eletto tra i trenta candidati al consiglio comunale, Marco Vullo, oltre a gestire i rapporti con il Consiglio comunale, sarà assessore alle Politiche sociali, Associazionismo, Volontariato e terzo settore, Politiche attive per il lavoro, Politiche di innovazione e ricerca, Agrigento digitale, Quartieri. Roberta Lala, unica donna nella squadra del neo sindaco, di Vox Italia, invece avrà Pari opportunità; Tutela degli animali; Urp; Lotta alla violenza e alla tratta sulle donne e sui minori; Contrasto alle discriminazioni; Materie relative ai servizi demografici e statistici; Toponomastica. Il cardiologo Giovanni Vaccaro avrà le deleghe a Igiene e sanità pubblica; Coordinamento delle relazioni con l’Asp e delle attività di indirizzo in capo al Comune verso l’azienda; Verde pubblico; Decoro urbano; Impianti cimiteriali, e insieme a Miccichè gestirà l’ufficio Covid. A Forza Italia, quindi ad Antonino Costanza Scinta, andranno Infrastrutture; Gestione e sviluppo della mobilità e dei trasporti; Sicurezza stradale; Edilizia scolastica e rapporti con il Parco archeologico. A Francesco Picarella, presidente Confcommercio, andranno Sviluppo economico; Promozione del territorio; Tutela delle tradizioni; Commercio, Agricoltura, artigianato e mercati; Piano per il commercio; Sportello unico per le imprese; Eventi cittadini di promozione economica e settoriale; Turismo.

A Costantino Ciulla di Fratelli d’Italia è stata assegnata la delega allo Sport, attività ed impiantistica sportiva e relative concessioni, Promozione turistica e grandi eventi sportivi, Tempo libero, Spettacoli e Cultura. Infine a Gerlando Principato andranno la Programmazione dei fondi strutturali 2021-2026; Politiche energetiche; Protezione civile; Piano del traffico e dei parcheggi; Edilizia pubblica e privata; Pubblica istruzione, Manutenzione urbana.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684