Agrigento, massimo sforzo contro il Coronavirus - QdS

Agrigento, massimo sforzo contro il Coronavirus

redazione

Agrigento, massimo sforzo contro il Coronavirus

venerdì 06 Novembre 2020 - 00:00
Agrigento, massimo sforzo contro il Coronavirus

Evidenziata dall’Asp la necessità di non incidere sugli standard qualitativi e quantitativi dell’offerta. Particolare attenzione per le popolazioni fragili, affette da patologie croniche od oncologiche

AGRIGENTO – “Le azioni e gli sforzi che da tempo l’Azienda sanitaria provinciale mette in campo quotidianamente per fronteggiare la crisi pandemica in corso, non devono incidere sugli standard qualitativi e quantitativi delle prestazioni socio-sanitarie ordinarie erogate in provincia specie per ciò che attiene l’assistenza alle fasce di popolazione più fragili o affette da patologie croniche”. È questa la convinzione che sta orientando l’operato della Direzione strategica Asp in questi giorni di intensa attività in cui, se le attenzioni al contrasto del Covid-19 finiscono per impiegare energie e risorse sempre maggiori, è pur vero che l’impegno dell’intero apparato aziendale, non solo degli organi di vertice ma anche, e soprattutto, dei sanitari che ogni giorno si prodigano sul campo, consente di non incrinare l’efficacia nell’erogazione della vasta gamma di prestazioni no-Covid fra reparti, ambulatori, servizi territoriali.

“Nell’intento di supportare appieno – ha affermato il commissario straordinario Asp, Mario Zappia – le necessità di una fra le più fragili tipologie di pazienti, quella delle persone in cura oncologica, ho deciso di convocare per l’inizio della prossima settimana un incontro con i responsabili degli enti e le associazioni di volontariato che si occupano del sostegno agli ammalati di tumore”.

“Ricorrono proprio in questo periodo – ha concluso Zappia – i tradizionali ‘Giorni della ricerca della Fondazione Airc’ e sono certo che i passi in avanti compiuti nella prevenzione e nella cura delle neoplasie non debbano essere minimamente rallentati dalla lotta al virus. Il tavolo tecnico con le associazioni sarà un’occasione di confronto e di scambio di vedute con il settore dell’associazionismo volto ad incrementare l’efficienza dei servizi anche in questi giorni così difficili”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684