Alla parrocchia trapanese Sant’Alberto premio per un progetto di solidarietà - QdS

Alla parrocchia trapanese Sant’Alberto premio per un progetto di solidarietà

Pietro Vultaggio

Alla parrocchia trapanese Sant’Alberto premio per un progetto di solidarietà

sabato 07 Settembre 2019 - 00:30
Alla parrocchia trapanese Sant’Alberto premio per un progetto di solidarietà

Concorso TuttixTutti: alla chiesa andranno 4 mila euro. Obiettivo aiutare famiglie in stato di bisogno. La comunità religiosa ha offerto servizio recupero della merce invenduta da panifici e non solo

TRAPANI – La parrocchia Sant’Alberto di Trapani ha vinto il settimo premio da 4 mila euro del concorso TuttixTutti, che premia i progetti di utilità sociale delle chiese. Coniugando solidarietà e formazione, la comunità religiosa di Sant’Alberto è riuscita ad offrire un servizio di recupero della merce invenduta da panifici e ristoranti per una redistribuzione a famiglie in stato di disagio.

Hanno partecipato 394 parrocchie, valutate in base all’utilità sociale del progetto, alla possibilità di risolvere problematiche presenti nel territorio, alla capacità di dare risposte ai bisogni della comunità di riferimento e all’eventuale creazione di nuovi posti di lavoro. Il settimo premio si colloca nella logica dell’assistenza e del contrasto allo spreco e all’indigenza e permetterà di realizzare concretamente il progetto di redistribuzione degli alimenti. Grazie ad un gruppo di volontari, sarà recuperata la merce e verrà garantito un servizio efficiente, dal lunedì al sabato, nei locali del Centro Pastorale.

Nel dettaglio, la raccolta sarà effettuata la sera precedente oppure la mattina, secondo gli accordi presi con i fornitori, mentre la consegna dei prodotti da forno sarà prevista la mattina, a partire dalle ore 10.30. Un servizio di catering, destinato a mense scolastiche e aziendali, consegnerà i cibi cotti in esubero, assegnati scorrendo le liste delle famiglie bisognose trapanesi. “TuttixTutti rappresenta una grande opportunità per le parrocchie. Il nostro concorso nazionale – dichiara Matteo Calabresi, responsabile del servizio promozione sostegno economico della Chiesa cattolica – ha contribuito, in otto anni di storia, alla realizzazione di moltissime proposte, che offrono risposte concrete ai bisogni delle famiglie, dei giovani e degli anziani”.

Il progetto ha l’obiettivo di aiutare famiglie e persone che si trovano in particolare stato di bisogno, come disoccupati, famiglie con persone in carcere o ai domiciliari, famiglie numerose, separate o ricostituite. Una idea per la solidarietà, un aiuto concreto, un mano pronta per il prossimo, in un mondo sempre più variegato e composto da strati sociali ben diversi fra loro e con rilevanti sacche di povertà.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684