Anche a Valguarnera la digitalizzazione fa un passo avanti - QdS

Anche a Valguarnera la digitalizzazione fa un passo avanti

redazione

Anche a Valguarnera la digitalizzazione fa un passo avanti

sabato 28 Marzo 2020 - 00:00
Anche a Valguarnera la digitalizzazione fa un passo avanti

Il sindaco Francesca Draià ha annunciato il via a smart working e Giunte in videoconferenza. Amministrazione e cittadini più vicini, anche attraverso il dialogo tramite i social network

VALGUARNERA CAROPEPE (EN) – Se più volte in passato abbiamo parlato del distacco venutosi a creare fra cittadini e istituzioni, in questi giorni possiamo dire che tale distanza si è ridotta e in qualche modo l’emergenza Coronavirus sembra sia riuscita a far tornare in auge un senso di comunità che negli anni si era un po’ sgretolato.

Mai come in questi giorni i cittadini hanno sentito vicino a loro le Amministrazioni dei vari livelli e in particolare quelle locali, con i sindaci che, attraverso i vari canali e utilizzando soprattutto i social network, hanno tentato di dialogare con i loro concittadini nel modo più chiaro e veloce possibile.

Un compito importante, quello degli amministratori locali, che nei gironi scorsi è stato rimarcato anche dal sindaco di Valguarnera, Francesca Draià, tramite la propria pagina Facebook. “Mai come in questo momento così difficile – ha affermato – ho sentito sulle spalle il peso della mia comunità, insieme agli assessori, ai vigili, ai carabinieri, ai dipendenti. Stiamo mettendo in atto tutto quello che è necessario per la sicurezza del territorio, per garantire e dare continuità ai servizi, ma soprattutto per far sentire alla comunità la vicinanza e il supporto”.

Proprio in questi giorni l’Amministrazione cittadina ha approvato atti importanti in relazione all’emergenza in atto. Tra questi l’avvio delle modalità di smart working per i dipendenti comunali la cui presenza non è necessaria all’interno degli uffici; l’attivazione delle sedute di Giunta municipale in videoconferenza; un’ordinanza per fare chiarezza sui comportamenti dei cittadini.

“Sono convinta – ha concluso il sindaco Draià rivolgendosi ai propri concittadini – che andrà tutto bene. Spero che ogni famiglia senta la mia vicinanza e la presenza dell’istituzione”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684