Spadola “La mia idea di marketing orientata all’impegno culturale” - QdS

Spadola “La mia idea di marketing orientata all’impegno culturale”

Luigi Patitucci

Spadola “La mia idea di marketing orientata all’impegno culturale”

sabato 09 Aprile 2022 - 09:03

La storia e la vita di Annalisa Spadola, direttore marketing di Caffè Moak, si sviluppa e si srotola in stretta simbiosi ed in netta connessione con un brand che fa grande il nome della Sicilia

PALERMO – Annalisa Spadola inaugura una serie di articoli sulle donne che fanno grande l’economia e la cultura siciliana. Direttore Marketing di Caffè Moak, un brand che è divenuto elemento emittente e radiante, verso ogni angolazione della cultura, mettendo in azione una economia enormemente attenta al capitale umano, che non ha affatto paura di mostrare grandi profili di lealtà come parametro attivo, giocato nella direzione della utenza.
Una cosa è certa, lei, come me, è una persona plurale.
Sì, perché siamo unici, e plurimi, talvolta. O, come nel caso di Annalisa Spadola, sempre. La sua è condizione naturale incontrovertibile e, persino indiscutibile. Annalisa Spadola sembra arrivare da un mondo nato da uno di quei numerosi giochi inventati da Gianni Rodari, ove i bambini venivano coinvolti a comporre la loro personalissima, unica, discutibilissima ma irresistibile favola, mettendo insieme personaggi e contesti provenienti da favole diverse tra loro. Ecco, è questa la sensazione che ho provato quando mi sono trovato a dover condurre una conferenza insieme a lei, sulle energie incontenibili e sorprendenti provenienti dalle attività produttive e culturali del Sud Est della Sicilia. Eravamo con ADI, l’Associazione per il Disegno Industriale, in cui Annalisa è consigliere del direttivo della Delegazione Territoriale siciliana, a Biennale Session, gli incontri che si tengono alle Corderie dell’Arsenale durante la Biennale d’Architettura di Venezia e, Annalisa mi è apparsa come un personaggio proveniente da una dimensione ‘altra’, capace di poter valicare confini fisici e temporali a noi distanti. “….io credo che ognuno di noi sia talmente ricco di sfaccettature che è spesso difficile riassumerle per farne un identikit semplificato. In fondo l’unicità dell’essere umano scaturisce proprio da questa combinazione infinita di sfaccettature”.

Un brand che fa grande il nome della Sicilia nel mondo

Ed è quello che ha fatto quando ha cominciato a raccontare le avventure che ha inteso innestare dentro la sua azienda, creature capaci di poter riverberare enormi coinvolgimenti e grandi entusiasmi nell’intero contesto territoriale di riferimento, quello della provincia ragusana, e per un inarrestabile gioco di specchi e di rimandi, grazie ai processi ed alle pratiche messi in atto con il gioco sapiente del design, ad ogni latitudine del pianeta. La storia e la vita di Annalisa, si sviluppa e si srotola in stretta simbiosi ed in netta connessione con un brand che fa grande il nome della Sicilia nel mondo, quello di Caffè Moak, dove in qualità di Direttore Marketing ha trasferito con grande efficacia ed inarrestabile piglio, la sua idea di marketing orientato all’impegno culturale.

Il progetto Moak Cultura

È autrice del progetto “Moak Cultura” con cui opera per promuovere il Caffè Letterario Moak, Corto Moak e Fuori Fuoco, eventi con cadenza annuale, che sono diventati appuntamenti attesi con spasmodico entusiasmo da parte delle comunità di prossimità e dagli addetti ai lavori in ambito internazionale. Nel 2009 commissiona la nuova corporate identity al designer Bob Noorda, – sarà l’ultimo dei suoi lavori -, e produrrà una amplificazione, gigantesca ed inarrestabile, delle frequenze proprie d’esercizio attivo del brand, mettendo in azione una economia attenta al capitale umano, una economia che non ha affatto paura di mostrare grandi profili di lealtà, come parametro attivo che gioca nella direzione della utenza, una utenza partecipata, elegante e colta, che diviene dunque elemento di coinvolgimento appassionato da parte di ogni individuo venga a sfiorare e collidere meravigliosamente con le attività dell’azienda. È poi la volta della creazione della struttura di progetto for[me]moak, un nuovo gruppo di professionisti che la affianca nei progetti di comunicazione. “per me Moak è profumo di caffè misto all’odore delle mani di mio padre”.

Arrivederci dESIGNPeople, alla prossima straordinaria donna siciliana.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684