Armao alle multinazionali Usa: “Investire in Sicilia conviene grazie agli incentivi fiscali” - QdS

Armao alle multinazionali Usa: “Investire in Sicilia conviene grazie agli incentivi fiscali”

Raffaella Pessina

Armao alle multinazionali Usa: “Investire in Sicilia conviene grazie agli incentivi fiscali”

lunedì 10 Febbraio 2020 - 17:54
Armao alle multinazionali Usa: “Investire in Sicilia conviene grazie agli incentivi fiscali”

Incontro oggi a Milano presso la Camera di Commercio Americana in Italia. Illustrati i vantaggi fiscali introdotti dal Governo regionale come “leva” per favorire la nascita di nuove imprese nell’Isola. Il vicepresidente della Regione siciliana: "Usa primo mercato estero di sbocco delle nostre produzioni di qualità".

MILANO – Il vicepresidente della Regione siciliana, Gaetano Armao, ha incontrato oggi i rappresentanti delle più importanti imprese americane operanti in Italia.

Il meeting, che si è svolto a Milano, è stato organizzato dall’American Chamber of Commerce in Italy (Amcham Italy), una associazione fondata nel 1915, con lo scopo di agevolare gli scambi economici fra l’Italia e gli Stati Uniti d’America.
La Amcham Italy è affiliata alla US Chamber of Commerce, organizzazione americana di rappresentanza industriale di cui fanno parte oltre tre milioni di imprese.
Armao ha presentato le misure, attivate dal Governo regionale, per favorire la promozione ed l’attrazione di investimenti nell’Isola.

Presenti all’incontro il Presidente di Amcham Italy, Luca Arnaboldi, e il consigliere delegato, Simone Crolla, cui sono stati sottoposti dal Vicepresidente Armao i vantaggi derivanti dalle nuove misure attivate dal Governo regionale al fine di agevolare gli investimenti nell’Isola. “La Sicilia è oggi un territorio quasi interamente cablato (90% di copertura in Banda Ultra-Larga certificata dall’I-com Broadband Index 2019) – è spiegato in una nota della Regione – dove strutture universitarie di rilievo formano giovani laureati con capacità e competenze di livello internazionale. A queste risorse, che purtroppo sempre più spesso trovano impiego al di fuori del territorio siciliano, si vuol dare finalmente la possibilità di rimanere in Sicilia attraverso la creazione di nuove imprese e l’attrazione di investimenti e ‘nuovi siciliani’ mediante l’offerta di incentivi fiscali. Per favorire questi processi sono state azzerate le addizionali fiscali, derivanti dal piano di rientro sanitario, e si stanno creando nuove opportunità per chi vuol investire nella frontiera d’Europa attraverso l’introduzione di misure di semplificazione amministrativa ed incentivi finanziari, per start-up e nuovi investimenti, che pongono la Sicilia all’avanguardia nel panorama nazionale”.

Soddisfatto il vicepresidente Armao che al termine dell’incontro a dichiarato che “Quello tra la Sicilia e gli Stati Uniti è un rapporto di Amicizia antico che ha visto, negli ultimi due secoli, centinaia di migliaia di siciliani insediarsi nel Nord America e contribuire attivamente alla costruzione della prima potenza economica mondiale. Quello statunitense è peraltro il primo mercato estero di sbocco delle nostre produzioni di qualità, in particolare quelle del settore agroalimentare. Su queste basi, abbiamo oggi illustrato i vantaggi derivanti dalle misure di sviluppo economico, recentemente introdotte, invitando formalmente la business community americana in Italia a prendere in considerazione la Sicilia nei loro programmi d’investimento ed espansione, in particolare verso l’area mediterranea, garantendo il massimo supporto da parte del nostro Governo regionale.”

Raffaella Pessina

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684