Guerra in Ucraina, "Russia usa armi al fosforo bianco", cosa sono - QdS

Guerra in Ucraina, “Russia usa armi al fosforo bianco”, cosa sono

web-iz

Guerra in Ucraina, “Russia usa armi al fosforo bianco”, cosa sono

web-iz |
mercoledì 23 Marzo 2022 - 14:53

Gravi ustioni con necrosi fino alle ossa, avvelenamento e incendi indiscriminati. Il dramma provocato sui civili ucraini dall'esercito russo.

Armi al fosforo sarebbero state utilizzate dalla Russia in Ucraina. Il loro impiego è vietato dalla Convenzione di Ginevra del 1980. Ecco cosa sono e i loro effetti devastanti.

L’accusa di Kiev

La pesante accusa da Kiev: “La Russia usa armi al fosforo contro i civili“. L’allarme arriva dalle filorusse Lugansk e Donetsk. Secondo la Convenzione, le bombe incendiarie al fosforo bianco possono essere utilizzate soltanto per illuminazione, per spaventare i nemici o per creare una cortina fumogena, per esempio per nascondere le proprie truppe.

Armi al fosforo, cosa sono e i loro effetti

Le bombe al fosforo bianco – che fanno parte delle armi incendiarie – contengono una sostanza letale e gravemente tossica, per ingestione e inalazione, che provoca ustioni profonde e dolorosissime. Il fosforo, a contatto con la pelle, brucia i tessuti e ne provoca la necrosi, fino alle ossa.

L’uso sui civili è vietato dalla “Convenzione delle Nazioni Unite su certe armi convenzionali”, firmata a Ginevra nel 1980 ed entrata in vigore nel 1983. Lo stesso trattato – firmato pure dalla Russia – ne esclude l’impiego anche contro obiettivi militari nei pressi di concentrazioni di civili o su foreste e piante.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684