Artisti siciliani emergenti, la pandemia stimola la creatività - QdS

Artisti siciliani emergenti, la pandemia stimola la creatività

Chiara Borzi

Artisti siciliani emergenti, la pandemia stimola la creatività

lunedì 01 Febbraio 2021

Il virus è stata anche un'occasione per ritornare a sé, dando vita alla propria creatività. Così hanno fatto Ylyne, Ian Luis, Dellamore, Gabriele Slep.

Dal periodo di pandemia possono nascere nuovi suoni, nuovi testi, tracce di musica coinvolgente perfino figlia di un periodo di grandi stravolgimenti come quello attuale. Un virus che spesso porta solitudine “stimola” anchecreatività sonora. Quattro cantanti siciliani emergenti si stanno collocano in questo contesto, proponendo nuovi pezzi e collaborazioni.

Alla fine del 2020, Ylyne, artista messinese classe 1983, laureato con il massimo dei voti in musica jazz presso il Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara, ha annunciato, per il 16 aprile, l’uscita del suo nuovo album “Odd Dance Music” su etichetta AuandBeats.
Dallo scorso anno, la sua reinterpretazione di “Welcome Home (Sanitarium)” dei Metallica, realizzato con il feauturing di Luca Scaggiante, è online su Spotify in versione elettronica.
Frank Martino è chitarrista, compositore e producer, durante gli anni da studente appassionato di contaminazione tra jazz e musica elettronica, ha iniziato ad affiancare alla chitarra altri strumenti come sintetizzatori, drum machine e campionatori. Tra i lavori recenti, “Thirst Trap” è nata in estate.

Thirt Trap – Ylyne

Trasformazione, liberazione e rivoluzione sono lo scopo di “Asintomatico Credente” di Ian Luis. Il pezzo di Sebastiano Inturri, ragazzo paranoico, ventisettenne, che non sa indicare un momento esatto in cui la musica è entrata a far parte della sua vita, ma che probabilmente fin dal grembo materno è stato coccolato dalla voce canterina della propria mamma, ha voluto anticipare così l’uscita di un secondo singolo: “Generale Paranoia”. Da bambino Ian si è detto infastidito da “frastuoni della testa”, ovvero suoni che solo da adolescente riconoscerà come melodie su cui oggi scrive i propri pezzi. Da dove nasce “Generale Paranoia”?: “Credo che ognuno di noi viva in una condizione di paranoia generale, che interpreta e plasma in modo diverso e unico – analizza Ian Luis -. Questo EP è la visione della mia paranoia che risulta essere sempre incentrata su una figura femminile che mi distrugge ma allo stesso tempo mi aiuta ad incollare quei cocci rotti che da solo non riesco ad assemblare”

Asintomatico Credente – Ian Luis

EmisKilla, Jesto, Hyst, MadBuddy, Johnny Marsiglia, Davide Shorty sono alcune delle collaborazioni di Federico Tarantino, in arte Dellamore, nato a Palermo nel 1990. Inizialmente conosciuto con il nome Fre, in un periodo di pausa, i suoi gusti e gli stili della sua cultura musicale cambiano radicalmente. L’11 ottobre 2019 fa il suo esordio Dellamore, con il singolo d’impatto “Puttana”, frutto delle nuove influenze dell’artista. L’uscita del suo nuovo singolo, Interstellar, è prevista per il 29 gennaio ma “Una posizione” e “Salmiakki” sono online da novembre.

Una Posizione

Le sonorità di Gabriele Slep, cantautore e musicista siciliano che da anni vive tra Milano e Roma, hanno raccolto il consenso degli utenti Youtube con “Il mio più bel senso di colpa”. Una versione a pianoforte che restituisce l’avvicinamento dell’artista siciliano all’Urban Pop, frutto di una carriera che inizia a 15 anni partendo dall’Hip-Hop, poi quasi casualmente, ascoltando quello che offriva il largo panorama musicale americano e italiano, unendo la costante voglia di sperimentazione e la sua estrema curiosità, Slep addolcirà le tonalità dell’Hip-Hop con l’Urban nel 2017.
Il mio più bel senso di colpa è stato realizzato con la collaborazione di Stefano Casalis, in arte Natty Dub, ed è un pezzo che racconta l’importanza di scrollarsi di dosso tutti quanti i quei pesi che ci impediscono di apprezzare il valore più autentico di qualsiasi legame.

Il mio più bel senso di colpa – Gabriele Slep

Twitter: @ChiaraBorzi

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001