Autorità portuale, il lavoro paga - QdS

Autorità portuale, il lavoro paga

redazione

Autorità portuale, il lavoro paga

venerdì 17 Maggio 2019 - 00:00
Autorità portuale, il lavoro paga

Riconoscimento giunto dal Mef: tra le Pubbliche amministrazioni più efficienti nei pagamenti. Si è registrato anche un aumento del 20% dei crocieristi in transito a Messina

MESSINA – Nuovo motivo di soddisfazione per l’Autorità Portuale di Messina è giunta in questi giorni dalla pubblicazione da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze della classifica delle pubbliche amministrazioni più efficienti nei pagamenti.

Fra tutte le Autorità portuali italiane Messina, infatti, risulta essere al quarto posto relativamente ai tempi medi di pagamento delle fatture, dimostrando grande tempestività nell’espletamento delle procedure e capacità di rispondere prontamente alle imprese fornitrici di beni e servizi all’Ente con un’iniezione notevole di denaro nel circuito dell’asfittica economia locale.

“Tutto ciò nonostante una dotazione organica di molto sottodimensionata rispetto alle altre Autorità di Sistema, che grazie alla riforma hanno potuto ampliare molto negli ultimi anni il numero dei propri dipendenti” dichiara il Commissario Straordinario De Simone. “Il carico di lavoro, cresciuto esponenzialmente per nuove competenze e procedure, è rimasto da noi in carico alle 28 unità che ormai da anni seguono i tre porti di Messina, Milazzo e Tremestieri e portano avanti tutti i nuovi progetti strategici che l’Ente continua a programmare a beneficio non solo del settore marittimo-portuale ma di tutto il territorio”.

“Sono orgoglioso di questa ennesima buona notizia che ripaga l’impegno di tutti i miei collaboratori e si affianca agli altri importanti risultati registrati nelle ultime settimane dall’AP nei diversi settori di competenza: l’incremento del 20% dei crocieristi in transito a Messina nel 2019 e la crescente attenzione delle compagnie crocieristiche anche per il porto di Milazzo”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684