Bretella Trapani-Mazara, snellito l’iter procedurale - QdS

Bretella Trapani-Mazara, snellito l’iter procedurale

Vincenza Grimaudo

Bretella Trapani-Mazara, snellito l’iter procedurale

venerdì 25 Giugno 2021 - 00:00

Il governo nazionale invia un commissario per accelerare un’opera strategica per la viabilità del trapanese. Previsto prolungamento, verso sud, dello scorrimento veloce di Birgi: “vale” 134 milioni

TRAPANI – Dopo anni e anni di chiacchiere finalmente sembra essere arrivato il momento per vedere una decisa accelerata per il completamento della bretella autostradale Trapani-Mazara del Vallo.
In questi giorni il governo nazionale ha nominato un commissario che si occuperà dell’opera e questo quindi vuol dire che si velocizzerà l’iter grazie ai poteri speciali conferiti.

“La nomina di Eutimio Mucilli a commissario per il completamento della bretella Trapani-Mazara del Vallo – sottolinea il sindaco di Marsala Massimo Grillo – è un’ottima notizia per il nostro territorio. Appena qualche settimana fa avevo modo di confrontarmi sul tema con il sottosegretario di Stato Giancarlo Cancelleri e lo avevo invitato a considerare la possibilità di inserire questa importantissima opera tra quelle da commissariare per snellirne l’iter procedurale.
Si tratta di una realizzazione auspicata da tempo che migliorerà il collegamento della provincia attraverso il prolungamento, verso sud, dello scorrimento veloce di Birgi. La decisione del ministero ci fa capire che realizzare questa infrastruttura è considerata dal Governo una priorità e la leggiamo come un importante atto di attenzione per il nostro territorio”.

Recentemente la questione era stata sollecitata anche dai sindaci di Petrosino e Mazara del Vallo, tanto che l’Anas trasmise al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici la pratica per ottenerne il relativo parere. In seguito gli stessi amministratori scrissero anche al presidente della Regione, Nello Musumeci, all’assessore regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, Marco Falcone, e all’assessore regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, Antonino Scilla, per chiedere un intervento presso l’organo tecnico governativo per accelerare l’iter burocratico finalizzato alla realizzazione del 1° stralcio funzionale Marsala Sud-Mazara del Vallo, per l’appunto la cosiddetta bretella Birgi-Mazara.
L’intervento da attuare consiste specificatamente nella variante esterna ai centri abitati della statale 115 da Marsala sud a Mazara del Vallo, per uno sviluppo di circa 16,5 chilometri e con una sezione stradale di tipo ‘C1’. L’opera è inserita nel primo ‘Programma delle Infrastrutture Strategiche della Legge Obiettivo’ con delibera Cipe n.121 del 21 dicembre 2001. Con la sottoscrizione ad agosto 2017 dell’Apq Sicilia dall’Agenzia per la Coesione, dal ministero dei Trasporti, dalla Regione Siciliana e da Anas, furono resi disponibili i finanziamenti per la realizzazione del solo 1° stralcio funzionale per un importo di 134 milioni di euro.

Sul progetto preliminare dell’intero intervento sono stati resi i pareri delle amministrazioni e gli enti competenti compreso quello di compatibilità ambientale endoprocedimentale dell’assessorato regionale Territorio e ambiente. Con la definizione dell’intervento verrà completato l’anello autostradale costiero, permettendo, inoltre, di realizzare un collegamento a grande capacità con l’aeroporto di Trapani-Birgi, aumentando l’accessibilità a tale infrastruttura e, quindi, il suo naturale bacino di traffico. La bretella, una volta realizzata, costituirà una valida alternativa alla Ss.115 che presenta elevati livelli di traffico e di incidentalità.

A parte quest’opera il recente confronto tra il sindaco di Marsala e Cancelleri ha riguardato anche la bretella già esistente che collega Marsala dall’ospedale di Cardilla all’aeroporto di Birgi: “Lo scorso 18 maggio – conclude Grillo – abbiamo fatto un sopralluogo con il direttore generale Anas Sicilia, l’ingegnere Valerio Mele, per valutare la possibilità di cedere all’Anas la bretella esistente e speriamo che anche questa proposta venga accolta con favore”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684