Bronte, in Consiglio l’ok al Bilancio di previsione - QdS

Bronte, in Consiglio l’ok al Bilancio di previsione

redazione

Bronte, in Consiglio l’ok al Bilancio di previsione

venerdì 27 Maggio 2022 - 09:58

Il sindaco Pino Firrarello: “Abbiamo inserito tutta la programmazione del Pnrr. In totale, presentati progetti per 60 milioni di euro, di cui 10 sono già arrivati”

BRONTE – La Città del pistacchio fra i primi Comuni della Sicilia ad avere il bilancio di previsione 2022. Il Consiglio comunale, presieduto da Aldo Catania, infatti, ha approvato a maggioranza lo strumento economico finanziario dell’Ente in largo anticipo rispetto alla consuetudine.

Un record che per il sindaco Pino Firrarello poteva anche essere migliorato: “È vero, siamo fra i primi – infatti afferma –. Ma non siamo stati così solerti come speravo. Un bilancio di previsione dovrebbe essere approvato a cavallo fra dicembre e gennaio di ogni anno. Ed il fatto che gli altri lo approvano in gran ritardo non può essere un’attenuante. In verità se alcuni processi forzati non ci avessero rallentato avremmo pure anticipato ulteriormente i tempi. La decisone per esempio di aumentare da 24 a 30 le ore di lavoro dei contrattisti ha costretto i revisori dei conti a giuste riflessioni. Intanto ci godiamo questo traguardo, per il 2023 faremo il possibile per anticipare ancora”.

E per Firrarello questo bilancio programma l’attività del Comune non solo per il 2022, ma anche per gli anni futuri. “Abbiamo inserito tutta la programmazione del Pnrr, ma anche tutti gli altri finanziamenti richiesti ed ottenuti. I cittadini devono sapere che abbiamo presentato progetti per circa 60 milioni di euro: 10 milioni sono già arrivati e vi assicuro che presto altri ne arriveranno ancora”.

“Abbiamo programmato lo sviluppo di Bronte per i prossimi 50 anni”

“Ringrazio il segretario comunale, il ragioniere capo, i capi area e gli uffici. Non esagero quando sostengo che abbiamo programmato lo sviluppo della Cittadina per i prossimi 50 anni, e credetemi non è un azzardo. Solo oggi, dopo 40 anni di lotte e battaglie in tutte le sedi, si lavora per completare le Ss 284 e se pensate che a breve ricominceranno anche i lavori di ammodernamento dell’ospedale finanziati nel 2008, quando Giuseppe Castiglione era vice presidente della Regione, vi rendete conto quanto sia necessario avere lungimiranza e programmare interventi in tempo”, conclude il primo cittadino.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684