Quanto è "brutta" Agrigento, il sindaco sul degrado del centro storico - QdS

Quanto è “brutta” Agrigento, il sindaco sul degrado del centro storico

web-dr

Quanto è “brutta” Agrigento, il sindaco sul degrado del centro storico

web-dr |
venerdì 24 Dicembre 2021 - 12:52

Abusivismo edilizio, costruzioni incompiute, insediamenti abbandonati in aree pregiate, immondizia abbandonata in ogni angolo, strade dissestate: oltre la Valle dei Templi, Agrigento è anche questo

Il sole, il mare, i tesori archeologici, culturali e paesaggistici, sono il biglietto di visita per chi viene ad Agrigento.  Definita da Pindaro “la più bella città dei mortali” , ha costruito la sua fama da città dedita al turismo per la magica Valle dei Templi; eppure non sfuggono le offese del degrado, che sembra riconducibile all’accanimento di un popolo contro la propria terra.

I problemi di Agrigento

Abusivismo edilizio, costruzioni incompiute, insediamenti abbandonati in aree pregiate, immondizia abbandonata in ogni angolo, strade dissestate: Agrigento è anche questo.

C’è chi manifesta e richiama le Istituzioni ad un migliore controllo della città, ma c’è anche chi tra semplici cittadini, o gruppi di volontari, prova ad aggiustare  la situazione. Ma quanto “è brutta” Agrigento? Una città che sembra abbandonata se stessa, dalla periferia al centro; di recente la via Atenea si è trasformata in un fiume in piena dove la furia dell’acqua piovana ha trascinato con sè di tutto, dai vasi ornamentali, ai cassonetti di rifiuti, da detriti di ogni genere e quant’altro a causa della mancata pulizia di caditoie e tombini. Ma a preoccupare sempre di più è lo stato di degrado nel cuore del centro storico, l’antica Girgenti. Mini discariche tra i vicoli, non solo sacchetti di rifiuti di ogni genere, ma anche delle vecchie poltrone, scarpe e vestiti, per non parlare delle bottiglie di vetro.

Parla il sindaco Franco Micciché

Spero che il termine brutta sia messa tra virgolette perché quasi tutte le citta stanno vivendo questo problema, e spero di ridare una città sicuramente più bella”, dichiara il sindaco della città dei Templi, Franco Miccichè. Rifiuti e discariche abusive è un grosso problema e ci stiamo attivando con l’installazione delle telecamere per scovare gli incivili, naturalmente protagonista è anche la maleducazione di molti cittadini che ancora si rifiutano di fare una corretta raccolta differenziata e preferiscono lasciare i sacchetti per strada”.

I crolli nel centro storico di Agrigento

In sole poche settimane si sono verificati dei crolli di vecchi palazzi, sempre nel centro storico, fortunatamente senza vittime, ma i residenti sono stanchi di questa situazione e chiedono a gran voce all’Amministrazione di prendere delle decisioni per poter finalmente riqualificare il centro storico.

“Abbiamo più volte diffidato i proprietari di alcuni immobili a mettere in sicurezza, ma il maltempo ha fatto la sua parte, continua il primo cittadino. Adesso stiamo monitorando la situazione, e abbiamo chiesto dei fondi alla Regione  per ottemperare a queste deficienze”. Ci auguriamo che l’Amministrazione Miccichè possa risolvere questi problemi e restituire ai cittadini uno dei quartieri più belli di Agrigento, quale il centro storico.

Irene Milisenda

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684