Caldo e incendi, week end infernale in Sicilia, afa anche oggi - QdS

Caldo e incendi, week end infernale in Sicilia, afa anche oggi

redazione web

Caldo e incendi, week end infernale in Sicilia, afa anche oggi

lunedì 03 Agosto 2020 - 00:05
Caldo e incendi, week end infernale in Sicilia, afa anche oggi

Fiamme a Piazza Armerina, evacuate le case. Nel palermitano strage di boschi. Ma un fronte temporalesco si sta muovendo da Nord verso Sud e dovrebbe raggiungere la nostra Isola nel corso della giornata di domani. Forti cali termici



Un week end di caldo infernale e di incendi quello conclusosi ieri in Sicilia.

Vigili del fuoco, Protezione civile e Forestale, con cinque elicotteri un canadair, sono stati impegnati a Piazza Armerina, città dell’Ennnese circondata dalle fiamme di diversi incendi, uno divampato a poche centinaia di metri dall’ospedale Chiello. E’ stata anche ordinata l’evacuazione di alcune abitazioni.

Il sindaco di Piazza, attacco criminale

“La provincia di Enna – ha detto Nino Cammarata sindaco di Piazza – è attaccata da criminali che stanno appiccando fuoco in diverse zone in modo scomposto per dividere le forze sul campo”.

Le richieste d’intervento aereo

Ma la situazione riguarda tutta la Sicilia e orosegue l’impegno dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile impegnati nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi. Ieri sono state venticinque le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (Coau) del Dipartimento, di cui otto dalla Sicilia.

Nel Palermitano strage di boschi

Nel Palermitano è strage di boschi: bruciano la vegetazione e i boschi attorno a Monreale e Borgetto nel Palermitano. Le fiamme hanno divorato ettari di macchia mediterranea e boschi nella zona di Sagana tra Borgetto, Montelepre e Carini e Valle Presti nel monrealese.
Interventi anche ad Altavilla Milicia in contrada Fornarotto e nella zona di Santa Cristina Gela.

Mezzi aerei, vigili del fuoco e forestali impegnati anche a Monte Grifone nel palermitano e nel comune di Chiusa Sclafani in località Chiusa La Vecchia. Anche qui sono già stati divorati diversi ettari di vegetazione.

L’afa in Sicilia fino a domani

E l’afa sembra destinata a protrarsi almeno fino a domani.
La buona notizia è che, a cominciare dal Nord, nella settimana che si apre oggi, sono previsti forti temporali che porteranno sollievo su buona parte dell’Italia.
Gli esperti sostengono che le temperature potrebbero scendere anche di dodici gradi centigradi.

Il meteorologo di www.3bmeteo.com, Andrea Vuolo, ha parlato di “due diversi fronti instabili di origine atlantica che hanno causato, già dalla scorsa notte, i primi forti temporali su Piemonte, Lombardia, Triveneto ed Emilia-Romagna”. Nella giornata di oggi il maltempo dovrebbe spostarsi sull’Appennino centro-settentrionale.

In arrivo temporali

Il fronte freddo e la conseguente instabilità si sposteranno verso Sud nel corso della giornata di domani e mercoledì sarà ancora instabile con rischio di acquazzoni e temporali anche al Sud.

“Da giovedì – aggiunge il meteorologo Andrea Vuolo – sembrerebbe probabile un nuovo graduale rinforzo dell’alta pressione sull’Italia, con temperature in graduale rialzo su valori anche superiori alle medie, pur senza i picchi raggiunti nell’ultima settimana. Tuttavia, la presenza di una blanda circolazione depressionaria in quota verso i Balcani, potrebbe favorire ancora l’innesco di temporali di calore soprattutto su Alpi orientali, Appennino centro-meridionale e localmente qualche acquazzone tardo-pomeridiano in sconfinamento tra coste adriatiche e ioniche, il tutto in un contesto termico più fresco e sopportabile grazie ad una ventilazione nord-orientale”.

Afa, caldo e incendi non hanno scoraggiano tuttavia il consueto esodo agostano: oltre ventuno milioni di italiani si sono messi in viaggio per concedersi, per via dell’emergenza coronavirus, almeno un giorno di vacanza.

Così, anche sulle strade siciliane, i fatti hanno confermato le previsioni di Viabilità Italia che indicava un fine settimana con traffico da bollino rosso. E, purtroppo, con gli immancabili incidenti, anche gravi.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684