Calendario scolastico 2019/20 inizio previsto il 12 settembre - QdS

Calendario scolastico 2019/20 inizio previsto il 12 settembre

Michele Giuliano

Calendario scolastico 2019/20 inizio previsto il 12 settembre

mercoledì 15 Maggio 2019 - 00:05
Calendario scolastico 2019/20 inizio previsto il 12 settembre

L’assessore all’Istruzione ha pubblicato il decreto che dà il via al nuovo anno. 208 giorni di lezione, 176 per le scuole che attuano la settimana corta

PALERMO – Sta per finire l’anno scolastico e già si fissano le date per il prossimo. L’assessorato regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale ha pubblicato il decreto di determinazione del calendario scolastico nelle scuole di ogni ordine e grado operanti in Sicilia per l’anno scolastico 2019/2020.

Le lezioni avranno inizio il 12 settembre 2019, di giovedì, per un totale di 208 giorni di lezione, per chi svolge le lezioni su 6 giorni alla settimana, o 207, se la festa del Santo Patrono locale ricade durante l’anno scolastico. Il numero scende a 176 o 175 per le scuole che scelgono di svolgere l’attività didattica su 5 giorni.

L’anno scolastico avrà termine il 6 giugno 2020, di sabato, mentre, per le scuole in cui le attività didattiche vengano svolte in 5 giorni settimanali le lezioni avranno termine il 10 giugno 2020, di mercoledì.

Nelle scuole dell’infanzia, il termine delle attività educative è fissato al 27 giugno 2020, anche se nel periodo compreso tra 1’11 e il 27 giugno può essere previsto che funzionino le sole sezioni necessarie per garantire il servizio.

L’attività scolastica, nelle scuole di ogni ordine e grado, è sospesa dal 23 dicembre 2019 al 7 gennaio 2020 per le vacanze natalizie e dal 9 aprile al 14 aprile 2020 per le vacanze di Pasqua. Altre festività sono quelle nazionali, in cui le scuole chiudono in tutta Italia, e sono, venerdì 1 novembre 2019 Tutti i Santi, domenica 8 dicembre 2019 Immacolata Concezione, sabato 25 aprile 2020 Festa della Liberazione, il venerdì 1 maggio 2020 Festa del Lavoro e il martedì 2 giugno 2020 Festa nazionale della Repubblica.

Nell’ambito del calendario, i Consigli di Circolo e d’Istituto, in relazione alle esigenze derivanti dal ‘Piano dell’offerta formativa’, determineranno, con criteri di flessibilità, gli adattamenti del calendario scolastico che possono riguardare anche la data di inizio delle lezioni, nonché la sospensione, in corso d’anno scolastico, delle attività educative e delle lezioni prevedendo, ai fini della compensazione delle attività non effettuate, modalità e tempi di recupero in altri periodi dell’anno stesso.

Sarà gestita dai dirigenti scolastici, in relazione alle date che saranno stabilite dal ministero dell’Istruzione per lo svolgimento degli esami di Stato, la fase degli scrutini finali delle classi terminali degli istituti di istruzione secondaria di 2° grado, in modo che abbiano inizio in tempo utile al fine di garantirne la pubblicazione prima dell’inizio degli stessi esami.

Il calendario scolastico può essere derogato, con conseguente non obbligatorietà di recupero, solo per eventuali sospensioni del servizio scolastico connesse ad inderogabili esigenze delle amministrazioni locali, nonché per eventi straordinari, per la presenza di seggi elettorali negli istituti o per celebrare particolari ricorrenze civili o religiose, anche a carattere locale.

La ricorrenza del 15 maggio, festa dell’Autonomia Siciliana, dovrà essere dedicata a specifici momenti di aggregazione scolastica per lo studio dello Statuto della Regione Siciliana e per l’approfondimento di problematiche connesse all’autonomia, alla storia e all’identità regionale. Un anno scolastico più regolare, rispetto a quello attuale, in cui è stato registrato il ponte “più lungo della storia”, dal 18 aprile al 2 maggio, in molte scuole, quasi un mese di vacanze che si è aggiunto al periodo natalizio. Con buona pace di molte famiglie che, lavorando, hanno non poche difficoltà a gestire i giorni liberi dei figli.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684