Caltanissetta, dalla Polizia “sobrietà e rigore” per fare da esempio ai cittadini - QdS

Caltanissetta, dalla Polizia “sobrietà e rigore” per fare da esempio ai cittadini

redazione

Caltanissetta, dalla Polizia “sobrietà e rigore” per fare da esempio ai cittadini

mercoledì 14 Aprile 2021 - 09:20

Celebrato nei giorni scorsi il 169° anniversario della fondazione del Corpo. Dal questore Ricifari un messaggio di unità e compattezza nel corso di uno dei momenti più difficili della storia del Paese

CALTANISSETTA – “Mai come in questo momento c’è bisogno di sobrietà e rigore, che siano di sprone ai cittadini di ogni categoria, specie quelle più esposte come sanitari, Forze dell’ordine ma anche cassieri e commessi dei supermercati, trasportatori, addetti alle spedizioni, che mai si sono fermati e che per la natura del proprio lavoro non possono ricorrere a forme di lavoro agile”. Con queste parole il questore Emanuele Ricifari ha aperto le consuete celebrazioni per il 169° anniversario della fondazione della Polizia di Stato. Un momento preceduto dalla deposizione di una corona al monumento dei caduti dinnanzi la Questura, alla presenza del prefetto Chiara Armeina.

“Restiamo uniti e compatti – ha aggiunto Ricifari – nell’intento di superare insieme questo eccezionale momento storico, perché credo davvero che siamo all’ultima rampa e soltanto così faremo bene e faremo prima. Mentre in oltre trecento ogni giorno ci dedichiamo ai controlli sulla pandemia, c’è la necessità che ciascuno di voi cittadini ricordi e rispetti sé stesso e gli altri facendo appello prima di tutto alla propria responsabilità individuale. Questo è ciò che vi chiediamo, aiutateci ad aiutarvi. Esserci sempre è il nostro motto”.

Un anno intenso (dall’1 aprile 2020 al 31 marzo 2021) caratterizzato dall’emergenza sanitaria con la rimodulazione dei servizi per contrastarla che in tal ambito ha portato a 47.299 controlli di persone di cui 1.274 sanzionate e 5.675 esercizi commerciali con l’erogazione di sanzioni per 34 di loro.

In netta diminuzione i reati denunciati, 2719 (-8,3% rispetto al periodo precedente) e una maggiore fiducia dei cittadini nei confronti delle Forze dell’ordine: 29.357 le richieste di intervento che hanno determinato 12.114 interventi.

In particolare sono diminuite: le rapine 16 (-27%), i danneggiamenti 350 (-8%), i furti di auto 69 (-40%), quelli in appartamento 116 (-38%), gli scippi 15 (-12%) e i borseggi 3 (-80%). Sono, invece, aumentati: i reati a sfondo sessuale 11 (+57%), le estorsioni 16 (+433%), le truffe e le frodi informatiche 379 (+0,53%).

Ben 956 le persone denunciate in stato di libertà (23%) e 181 arrestate (50 in flagranza di reato e 131 su ordine dell’autorità giudiziaria. Intensa anche l’attività per contrastare il traffico, la produzione e lo spaccio di stupefacenti: trenta gli arresti, 99 le denunce in stato di libertà e 67 le segnalazioni per uso personali, 120 mila euro la somma provento di tale attività che è stata sequestrata.

Nell’ambito della Polizia anticrimine, 85 persone sono state sottoposte alla sorveglianza speciale, 57 le proposte inoltrate al Tribunale inoltre sono stati emessi 17 daspo, 60 avvisi orali, 27 fogli di via obbligatori e eseguiti 84 accertamenti patrimoniali disposti dal questore. Tra le attività di Polizia giudiziaria eseguite negli ultimi dodici mesi si ricordano l’operazione Boomerang eseguita a Gela e Attila a Caltanissetta.

Rilasciati dall’Ufficio immigrazione 2.242 permessi di soggiorno mentre i rimpatri sono stati 80. La gestione amministrativa del centro governativo per stranieri di Pian del Lago ha registrato 488 stranieri al Cara e 11 in altre strutture. È diminuita la presenza di stranieri regolari residenti in provincia: 4.645 persone (-15% ), sono invece aumentati i soggiornanti di lungo periodo 1.482 (+3,5%).

Annalisa Giunta

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684