Caltanissetta, giovani e istituzioni a confronto sulla scuola - QdS

Caltanissetta, giovani e istituzioni a confronto sulla scuola

redazione

Caltanissetta, giovani e istituzioni a confronto sulla scuola

mercoledì 05 Maggio 2021 - 00:00

Nei giorni scorsi un confronto virtuale tra la Rete degli studenti medi e il sottosegretario all’Istruzione, Floridia. A promuovere il vertice è stato il primo cittadino nisseno, Roberto Gambino

CALTANISSETTA – Un importante confronto tra il mondo della scuola e le istituzioni quello andato in scena, seppur in modalità digitale, tra la Rete degli Studenti Medi e il sottosegretario all’Istruzione Barbara Floridia.

Un appuntamento organizzato dal sindaco nisseno Roberto Gambino, che ha visto protagonisti non soltanto i giovani nisseni, ma anche la Consulta regionale Sicilia. “Le studentesse e gli studenti – ha affermato Gambino – hanno espresso le loro preoccupazioni in merito al rientro in presenza, vista anche la situazione della nostra città, da poco uscita da 38 giorni di zona rossa”.

Nel corso dell’incontro, che ha visto la presenza anche del prefetto di Caltanissetta Chiara Armenia, gli studenti hanno esposto le loro istanze alla rappresentante del Governo. “Un momento importante di confronto – ha affermato il sindaco di Caltanissetta – in cui i giovani hanno parlato con schiettezza delle loro paure sul tornare a scuola in presenza, ma hanno anche ascoltato le rassicurazioni della sottosegretario, la quale ha ribadito come le scuole secondo il Governo siano sicure al loro interno se vengono adottati tutti i protocolli sanitari previsti”.

Floridia si è dimostrata disponibile al confronto e ha chiarito i dubbi di ragazze e ragazzi. “Spero – ha detto Gambino – che il rientro a scuola possa essere più sereno avendo ascoltato le ragioni di questa riapertura. Tra le segnalazioni estremamente interessanti nate dall’incontro, quella riguardante la mancanza, a quanto detto dagli studenti, di linee guida per lo studio in Dad e di protocolli informatici. Non si sentono ascoltati i rappresentati degli studenti, non sono mai stati interpellati dal Governo regionale e dal Governo nazionale e spero che questo sia il primo passo per l’apertura di un confronto”.

“Sono molto contento – ha concluso Gambino – e continueremo sempre a lavorare a fianco delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi per garantire loro un minimo di normalità. Come ben sappiamo, sono loro il nostro futuro, le persone a cui ci affideremo, nella stessa misura in cui loro si stanno affidando oggi a noi”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684