Nel nisseno grandi manovre elettorali per i partiti - QdS

Nel nisseno grandi manovre elettorali per i partiti

Liliana Blanco

Nel nisseno grandi manovre elettorali per i partiti

giovedì 21 Aprile 2022 - 09:37

Già si pensa alle Regionali di fine 2022, ma non si può prendere sotto gamba l’appuntamento con le amministrative di giugno. Sono tanti i movimenti attualmente in corso nell’ombra e alla luce del sole

CALTANISSETTA – Mancano otto mesi alle elezioni regionali, ma la campagna elettorale è già entrata nel vivo, anche nel territorio nisseno. I partiti sono in fermento, pronti per cercare di attirare l’attenzione di elettori che dalla politica appaiono sempre più distanti.

Grande fermento a Gela

A Gela, per esempio, le grandi manovre sono iniziate già da tempo. Dopo anni di militanza ufficiosa, finalmente si sono aperte le porte di Forza Italia per Salvatore Sammito, presidente del Consiglio comunale, eletto nelle liste in sostegno del sindaco Lucio Greco. Nel Pd il segretario Peppe Di Cristina cerca di ritagliarsi quello che ritiene il suo spazio dopo la strada aperta dal suocero Lillo Speziale. E mentre la Lega non si pronuncia e lavora ancora sui nomi, il Movimento 5 stelle potrebbe candidare Nuccio Di Paola alla Presidenza della Regione e in questo caso la deputata Ketty Damante sarebbe candidata all’Ars. Diventerà bellissima candiderà con ogni probabilità Pino Federico, un nome sarà proposto dal gruppo degli autonomisti, mentre l’Udc sembra orientato su Paolo Scichilone. Cateno de Luca ha già annunciato che presenterà il suo candidato per Sicilia Vera e intanto Fratelli d’Italia avrà il suo candidato forse con Sandra Bennici.

Intanto, sempre in casa FdI, sono state riorganizzate le posizioni all’interno del direttivo provinciale: dentro Fabio Lo Chiano, Armando Fiocco e Sara Cavallo, Peppe Ferrara è stato scelto come responsabile provinciale per le libere professioni e Rosario Emmanuello per il dipartimento imprese e mondi produttivi. Nominato poi dirigente regionale il consigliere di Gela Salvatore Scerra, che si prepara così alle prossime amministrative del 2024 per la candidatura a sindaco.

A Niscemi si pensa alle amministrative

A Niscemi, intanto, si pensa alle prossime amministrative e si definisce il primo atto di ribellione rispetto agli assetti della politica nazionale e regionale. Nel corso del direttivo del Partito democratico locale, durante cui si è discusso delle competizioni elettorali alla presenza segretario provinciale Peppe Di Cristina, dopo un approfondito dibattito dei numerosi partecipanti è stato deliberato all’unanimità il pieno sostegno alla candidatura a sindaco di Carlo Pisa, espressione di una realtà civica. “Il Pd – ha detto il segretario cittadino Franco Di Dio – darà il suo contributo per costruire attorno al candidato sindaco una coalizione coesa e inclusiva con altre forze politiche, movimenti civici, espressioni locali del mondo sindacale, dell’associazionismo e del volontariato, di ogni cittadino che vuole spenderli per il bene della nostra comunità”.

“Metteremo ai primi posti degli obiettivi – ha aggiunto il segretario Di Dio – lo sviluppo dell’agricoltura, il riordino urbano, il consolidamento del territorio, il recupero delle periferie, la messa in campo di politiche sociali incisive per giovani, anziani, fasce deboli e altre tematiche, per mettere al giudizio della nostra città una proposta di governo credibile e vincente per dare un’alternativa alla Amministrazione comunale in carica, inadeguata e improduttiva”.

A San Cataldo alleanza Pd-M5s

Con questa mossa è stato sovvertito l’esempio di San Cataldo, dove ha esordito l’alleanza Pd e M5s. Il Pd ha provato a incontrare i cinquestelle ma non è stata trovata convergenza su Pisa. Per questo i pentastellati hanno virato sulla candidata Valentina Spinello. “Il Pd – ha detto il capogruppo all’Ars dell’M5s, Nuccio Di Paola – ha fatto i conti senza l’oste. Noi nei sondaggi abbiamo già il 20%. Non subiremo le decisioni di altri e guardiamo oltre”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684