Imu, le novità proposte dalla Giunta Gambino - QdS

Imu, le novità proposte dalla Giunta Gambino

Annalisa Giunta

Imu, le novità proposte dalla Giunta Gambino

martedì 14 Luglio 2020 - 00:00
Imu, le novità proposte dalla Giunta Gambino

Adesso dovrà passare al vaglio del consiglio comunale per l’approvazione definitiva. Possibile effettuare compensazione tra crediti e debiti anche per tributi differenti

Caltanissetta – Approvato dalla Giunta Gambino il nuovo regolamento Imu alla luce delle novità introdotte dalla legge di bilancio 2020 che ha abolito l’Imposta unica comunale (Iuc) unificando Imu e Tasi nella cosiddetta “Nuova Imu”.

Regolamento che dovrà passare al vaglio delle commissioni competenti e poi del Consiglio Comunale per l’approvazione definitiva.

Secondo quanto previsto restano invariate le aliquote, semplicemente per gli immobili che erano soggetti alla sola Tasi cambia la denominazione dell’imposta. Invariate anche le scadenze dei versamenti: 16 giugno 2020 per la prima rata e 16 dicembre per la seconda. Si tratta di scadenze previste dalla legge e di un tributo condiviso con lo Stato, quindi non è lasciato margine di manovra ai Comuni. Sono confermate le esenzioni e le agevolazioni precedentemente riconosciute.

È stata mantenuta la previsione, secondo la quale si considera abitazione principale l’unità immobiliare posseduta da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

Tra le novità previste dalla nuova normativa Imu è stata prevista l’esenzione al 50% per le unità immobiliari concesse in comodato gratuito dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda una sola abitazione in Italia. È stata inoltre prevista la riduzione del 25% sulla base imponibile per le abitazioni locate a canone concordato.

La nuova proposta di regolamento prevede inoltre un’altra importante novità nell’interesse del cittadino come ribadito dall’assessore al bilancio Luciana Camizzi.
“Abbiamo previsto – dichiara l’assessore – la possibilità di effettuare la compensazione tra crediti e debiti non più solo relativamente alla stessa tipologia di tributo. Il contribuente, infatti, avrà la possibilità di compensare dei tributi differenti, questa è una novità che abbiamo fortemente voluto per agevolare i cittadini che vantano un credito nei confronti del Comune”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684