Caltanissetta, nuovo anno, ma vecchi disservizi idrici - QdS

Caltanissetta, nuovo anno, ma vecchi disservizi idrici

Liliana Blanco

Caltanissetta, nuovo anno, ma vecchi disservizi idrici

martedì 14 Gennaio 2020 - 11:53
Caltanissetta, nuovo anno, ma vecchi disservizi idrici

Anche durante le recenti festività dodici Comuni della provincia hanno registrato grosse criticità. Il Comitato per l’acqua ha presentato un esposto denuncia alle autorità competenti

CALTANISSETTA – Il sindaco di Gela, Lucio Greco, minaccia denunce, mentre il Comitato per l’acqua le presenta. Dopo le gravi difficoltà riscontrate durante le festività natalizie, quando dodici comuni della provincia sono rimasti senz’acqua, il Comitato ha presentato un esposto denuncia all’Autorità regolamentazione per energia reti e ambiente, al presidente della Regione Sicilia, all’assessorato regionale dell’Energia e alla Procura della Repubblica sul funzionamento del Servizio idrico integrato.

Circa cinquecento cittadini hanno voluto portare all’attenzione delle Autorità competenti la situazione del Servizio idrico integrato. Una situazione che va avanti da anni e che vede molti comuni e quartieri convivere con un’erogazione del servizio discontinua.

“Si lascia alle Autorità competenti – hanno sottolineato i cittadini – il compito di evidenziare responsabilità in capo a chi, a vario titolo, è coinvolto nella gestione del servizio idrico, ma è evidente che siano sempre gli utenti a pagare il ‘prezzo’ delle interruzioni”.

La questione, infatti, è anche legata al costo di un servizio che non si può certo definire efficiente. “Si è di fronte – hanno sottolineato i rappresentanti del Comitato – a una situazione per la collettività, insostenibile, tale da mettere a rischio l’accesso a un bene di primaria importanza come l’acqua. Ci si chiede se la qualità (e la quantità dell’erogazione), debbano essere valori a cui far riferimento nella quantificazione della tariffa. O se il concreto svolgimento del servizio sia del tutto sganciato dalla tariffa pagata dall’utente. E ancora, di chi siano le responsabilità di tale modalità di erogazione, di tali continui guasti, della erogazione di acqua non potabile”.

Il Comitato si è in questo modo rivolto alle Autorità competenti affinché “vogliano valutare la gestione del servizio in oggetto, appurando la sussistenza di eventuali responsabilità per fatti”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684