Festa del Tricolore a Catania, il ritorno del sentore Pogliese

Festa del Tricolore, tutti i protagonisti dell’evento Fratelli d’Italia a Catania

web-mp

Festa del Tricolore, tutti i protagonisti dell’evento Fratelli d’Italia a Catania

Melania Tanteri  |
venerdì 02 Dicembre 2022 - 17:34

Al via la "Festa regionale del Tricolore", tre giorni di dibattiti e confronti con esponenti regionali, nazionali ed europei di Fratelli d'Italia. Guarda le interviste a tutti i protagonisti

Una festa che chiama a raccolta tutti i “Fratelli d’Italia”.

Il partito che ha sbancato alle ultime elezioni nazionali, attestandosi come primo in Italia e, stando ai sondaggi, ancora in crescita, torna a riunirsi con la sua festa regionale, la Festa del Tricolore che, da oggi fino a domenica, farà di Catania la “casa” di FdI

Il ritorno del senatore Salvo Pogliese nella sua città

A fare gli onori, l’ex sindaco della città etnea e neo senatore, Salvo Pogliese. “Per me è una grande emozione – ha sottolineato l’ex primo cittadino, nel commentare l’avvio della convention. È motivo di grande orgoglio per me – ha aggiunto – essere qui per la nostra festa dopo tre anni surreali di pandemia”.

Pogliese ha ripercorso le tappe che, negli ultimi vent’anni, hanno visto il movimento oggi partito di Governo, crescere e radicarsi nel territorio. Una crescita evidente di cui hanno parlato tutti gli intervenuti, sottolineando il valore aggiunto rappresentato dalla leader, Giorgia Meloni.

Seppur assente, la Presidente del Consiglio è stata evocata da tutti: d’altronde, tutti gli interventi non hanno potuto non ammettere che il risultato che ha oggi ottenuto Fratelli d’Italia sia frutto della tenacia della premier, e della coerenza nelle idee.

Lo ha sottolineato Basilio Catanoso nel suo intervento: “Siamo qui per festeggiare il fatto che la destra è alla guida della nazione – ha dichiarato alla platea – Una scommessa importante che ci deve fare sentire orgogliosi e che dimostra come la coerenza paghi”.

Un leitmotiv che evidenzia come la prima delle tre giornate di lavori sia stata riservata alla “festa”, alle strette di mano e ai complimenti per essere passati, nel giro di pochissimi anni, a diventare il primo partito, avere numerosi ministri di Governo – molti dei quali parteciperanno alla Festa Tricolore – fino a portare il più giovane presidente alla guida dell’Ars, Gaetano Galvagno.

Il presidente dell’ARS, Gaetano Galvagno: “Se si lavora, si possono ottenere i risultati”

“Credo che rappresentiamo certamente non solo la speranza, ma la certificazione del fatto che, se si lavora, possibilmente, si possono raggiungere risultati inaspettati – ha detto Galvagno. Io oggi mi ritrovo a ricoprire il ruolo di presidente dell’Ars più giovane di sempre, il primo della provincia di Catania (Galvagno è di Paternò n.d.a.). Se si lavora, con il tempo e la costanza si possono ottenere i risultati”.

Un momento di promozione, che ha evidenziato il successo dell’idea di Giorgia Meloni, sotolineato l’orgoglio dell’avere, da partito di destra, portato alla presidenza del consiglio la prima premier donna della storia del Paese, fino alla galoppata che dal 2% ha portato il partito Fratelli d’Italia al 26% e anche oltre.

“Continuiamo a stare sul territorio – ha sottolineato l’onorevole Manlio Messina, già assessore al Turismo del governo Musumeci. Essere maggioranza e al governo significa soprattutto questo: stare tra la gente capire i problemi e cercare di risolverli. Questo è un evento che punta principalmente a raccontare anche quello che vogliamo fare per la nostra terra”.

Il ministro del Sud, Nello Musumeci: “Questa Festa assume un significato particolare per la Destra Politica”

Una Festa del Tricolori che non significa solo mantenere la tradizione per il Ministro del Sud, Nello Musumeci. “In questo momento assume un significato particolare per il peso che la destra politica, Fdi, porta con sé dopo il netto consenso elettorale – ha detto. Responsabilità per il contesto difficile, perché l’economia di guerra impone sacrifici, perché abbiamo il dovere di mostrare discontinuità e grande attenzione alla soluzione ai problemi legati al tessuto imprenditoriale e alla povertà che avanza. Ecco perché un momento di confronto tra tutta la comunità della destra diventa preziosa occasione.

Il programma della Festa del Tricolore a Catania

La tre giorni di eventi e dibattiti prenderà il via venerdì 2 alle ore 16 e si concluderà domenica alle 20.30: parteciperanno, tra gli altri, il presidente del Senato Ignazio La Russa (previsto sabato alle 11.30), i ministri Adolfo Urso (sviluppo economico), Raffaele Fitto (affari europei), Francesco Lollobrigida (agricoltura), Daniela Santanchè (turismo), Nello Musumeci (sud), Andrea Abodi (sport e giovani), i viceministri Maurizio Leo (economia) e Galeazzo Bignami (infrastrutture), la sottosegretaria all’Istruzione Paola Frassinetti, il governatore Renato Schifani, il presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Gaetano Galvagno, gli assessori regionali Elvira Amata (beni culturali), Alessandro Aricò (infrastrutture e formazione), Elena Pagana (territorio e ambiente) e Francesco Paolo Scarpinato (turismo), il responsabile nazionale organizzazione del partito Giovanni Donzelli, il coordinatore di Gioventù nazionale Fabio Roscani e tutti i parlamentari regionali del partito.

Video e interviste di Melania Tanteri

Foto di Davide Anastasi

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001