Catania, corteo per il funerale a Librino: motorini accerchiano la volante

Inciviltà a Catania: la volante accerchiata dal corteo funebre a Librino

web-mp

Inciviltà a Catania: la volante accerchiata dal corteo funebre a Librino

Redazione  |
venerdì 07 Ottobre 2022 - 17:24

Scene che ormai rientrano nel quotidiano. L'allarme lanciato dal sindacato di Polizia Cosip: "Lo Stato deve decidere di investire seriamente in sicurezza"

Succede a Catania, nel quartiere Librino, una volante della Polizia, è stata accerchiata e fatta bersaglio dalla folla nel corso di un corteo funebre in strada per la morte di due giovani.  Il video pubblicato dalla pagina social “Inciviltà a Catania” sta facendo il giro del web.

“Non è, purtroppo, un caso isolato. Accade sempre più spesso che le pattuglie della Polizia siano prese di mira da chi pensa di poter controllare il territorio più di quanto faccia lo Stato”. Lo dichiara il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese.

Inciviltà a Catania, tutti i casi del 2022

Sempre più spesso si ripetono gli episodi di inciviltà a Catania nel 2022. Ultimo in ordine di tempo, quello dello scorso maggio, in cui un’auto della Municipale veniva “inseguita” da giovani in scooter.

Altra situazione ben nota, dove non sono state coinvolte le forze dell’ordine, quella delle molestie verbali alle turiste, mentre si trovavano alla Porta Ferdinandea di Piazza Palestro , e poi la brutale aggressione su strada al lungomare di Ognina ai danni di un giovane sul monopattino.

E’ di ieri la notizia dell’aggressione ai danni di un cameraman dell’emittente “Sestarete” è stato aggredito in via Patané, a Catania, mentre stava riprendendo alcune carcasse di auto abbandonate.

Volante accerchiata, Coisp “Stato sostenga Forze Polizia in controllo territorio”

“A Catania, la Questura e tutte le specialità della Polizia di Stato stanno facendo un lavoro eccezionale, ma esiste un problema di gestione e controllo del territorio che riguarda tutto il Paese. Lo Stato ha il dovere di lavorare affinché la stragrande maggioranza di persone oneste non sia ostaggio della criminalità, grande o piccola che sia. Bisogna decidere di investire seriamente in sicurezza sostenendo l’operato delle Forze di Polizia e mettendole nelle condizioni di recuperare il controllo del territorio laddove l’illegalità tenta di dominare”, conclude.

Video, fonte: gruppo Facebook “Inciviltà a Catania”

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001