Catania, Medusa Fest '21, primo evento transfemminista e femminista - QdS

Catania, Medusa Fest ’21, primo evento transfemminista e femminista

Web-mp

Catania, Medusa Fest ’21, primo evento transfemminista e femminista

Web-mp |
venerdì 15 Ottobre 2021 - 14:20

Da oggi, venerdì 15 e fino a domenica 17 ottobre, a Catania, sis volgerà al Bastione degli Infetti il Medusa Fest’21: incontri, proiezioni, workshop e dibattito

Prende il via, da oggi, il Medusa Fest’21, primo anno dell’unico festival transfemminista e femminista a Catania.

Il festival è ideato e costruito dal Mi Cuerpo es Mio – Consultorio Autogestito, un progetto nato due anni fa nella città di Catania, che si propone di “risignificare i consultori, restituirgli la loro originaria valenza politica, di cui sono stati privati in questi anni a causa dello smantellamento del welfare, i tagli alla sanità e un de finanziamento complessivo dei servizi pubblici.

Una riappropriazione e condivisione dei saperi femministi, perché possano essere di tutti, perché possano essere anche inventati insieme.

Un fine settimana quindi di festa a Catania. Da workshop ai laboratori passando per dibattiti e presentazioni. Ma anche concerti, spettacoli teatrali, per ricordare un’antica forma di socialità, in cui il confronto è la base per stare bene all’interno di una collettività civile.

Ecco il programma degli eventi previsti (in aggiornamento)

VENERDI’ 15 OTTOBRE

h.15

LABORATORIO DI SAPONIFICAZIONE #LAVITIBONU & AUTOPRODUZIONE a cura del comitato @Antudo Lentini

h.17

⚧ TAVOLA ROTONDA:

“Lotte delle donne dal mondo: dall’Argentina al Kurdistan, dall’Italia alla Polonia costruiamo risposte femministe agli attacchi patriarcali” con Maria Edgarda Marcucci, ex-combattente delle YPJ (Unità di difesa delle donne) in Siria del Nord Chiara Cruciati, giornalista del manifesto, caporedattrice di Nena News, autrice dei libri sulla questione palestinese “Cinquant’anni dopo” e “Israele mito e realtà ” Rosa Maldonado, attivista femminista e parte di Mika Sororidad Internacionalista a Barcellona e arrivista di Socorristas en Red Argentina Gabriela Ripariattivista femminista e parte di Mika Sororidad Internacionalista a Barcellona Non Una di Meno Catania

h.20.30

PROIEZIONE

“I AM THE REVOLUTION”

Regia: Benedetta Argentieri

Interpreti: Selay Ghaffar, Rojda Felat, Yanar Mohamed

“Queste donne praticano la democrazia più avanzata che possiamo immaginare nei contesti meno favorevoli possibili e sono diventate un’ispirazione per le future generazioni. Donne che testimoniano la rivoluzione necessaria ovunque e che non vogliono farsi ricacciare indietro, nel passato oscurantista.”

 SABATO 16 OTTOBRE

h.15

LABORATORIO PER BAMBINE & BAMBINI

“Oltre gli stereotipi di genere nell’educazione”

(su prenotazione)

h.16.00

TAVOLA ROTONDA:

“Spazi delle donne: fuoriuscire dalla violenza, sviluppare autonomia”

un confronto tra luoghi delle e per le donne e soggettività non conformi (CAV, Case delle Donne, Consultori, progetti) autogestiti, recuperati e creati dal basso come luoghi in cui creare spazi di autonomia e di fuoriuscita dalla violenza patriarcale.

Ne discutiamo con:

Lucha y Siesta, Roma

Mala Servanen Jin, Pisa

Casa delle Donne, Alessandria

h.18.30

TAVOLA ROTONDA:

“Non esiste corpo conforme e non conforme: esistono i corpi”

Parliamo insieme di tutti i corpi.

Cosa vuol dire abituare i nostri occhi a corpi liberi dal binarismo, dal razzismo, dall’abilismo, dal privilegio, dalla sessualizzazione e oggettificazione?

A partire dalla nostra fotografica “I am what I am” presente al Festival, ne discutiamo con:Valentine aka Fluid Wolf, autrice di postporno e attivista Transfemminista, Elisa Manici, autrice di Grass* – strategie e pensieri per corpi liberi dal grassofobia , giornalista e attivista lgbtqia+ e fat queer

Veronica bignetti, dietista femminista

Collettivo Liberazione Queer Messina

Collettivo Ciacc-àre (Napoli)

Collettivo Fuori luogo

h.21

PROIEZIONE e presentazione con Maria Arena di “GESU’ E’ MORTO PER I PECCATI DEGLI ALTRI”  di Maria Arena

“Franchina, Meri, Alessia, Marcella e le altre sono prostitute, prostituti e trans che si prostituiscono da decenni nel quartiere San Berillo di Catania, degradato e conteso da interessi economici. Quando immaginare un futuro diverso in società diviene un obbligo, le “Belle” di San Berillo si iscrivono a un corso per badanti.”

 DOMENICA 17 OTTOBRE

h.15

WORKSHOP EDUCAZIONE SESSUALE E AL PIACERE

h.18

PRESENTAZIONE DEI LIBRI

“Questo non è amore” di @Sted e “X” di Valentina Mira

h.20

MOSTRE D’ARTE ESTEMPORANEA a cura delle MaleTinte & musica live

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684