Catania, al via la prima "Zona scolastica" a misura di bambino - QdS

Catania, al via la prima “Zona scolastica” a misura di bambino

web-iz

Catania, al via la prima “Zona scolastica” a misura di bambino

web-iz |
mercoledì 24 Marzo 2021 - 17:37

La Zona scolastica - introdotta dal Codice della Strada - mira al miglioramento della sicurezza stradale e della mobilità scolastica, così come a incentivare la socializzazione.

Un‘area verde a misura di bambino connoterà a Catania la prima ‘Zona Scolastica’ che verrà realizzata in città grazie alla collaborazione pubblico-privato, senza distogliere risorse dal bilancio comunale.

Lo spazio, ricco di aiuole, piante, prati e giochi educativi, prenderà forma nella via Guardo, tra le vie Empedocle e Caronda, davanti alla scuola XX Settembre, nei pressi della fermata Borgo della Metro. I lavori avranno inizio subito dopo le festività pasquali.

Un’iniziativa a costo zero che potrebbe essere presto replicata

Su indicazione del sindaco Salvo Pogliese l’amministrazione comunale ha aggiudicato, con il sistema delle sponsorizzazioni, i lavori di riqualificazione dell’area, con la realizzazione di spazi a verde e interventi di decoro urbano e manutenzione per cinque anni. La via Guardo era già stata pedonalizzata lo scorso anno Il progetto di riqualificazione è stato elaborato secondo le più avanzate pratiche della progettazione partecipata. L’iniziativa nasce da una collaborazione tra Legambiente Catania, l’istituto XX Settembre ed FCE.

“Il progetto che stiamo realizzando, il primo del suo genere a Catania – ha detto Pogliese – punta a sviluppare il coinvolgimento attivo degli studenti per la valorizzazione e il mantenimento dell’area. La creazione di una Zona scolastica, introdotta dal Codice della Strada, consentirà di aumentare la sicurezza stradale, orientare la mobilità scolastica verso forme più sostenibili, contribuire all’autonomia degli studenti e alla conoscenza del territorio. Un‘iniziativa partecipata a costo zero, che per la sua valenza sociale ed educativa contiamo di replicare anche in altre parti, per migliorare il decoro urbano della nostra città responsabilizzando i ragazzi fin dall’età scolare al rispetto dell’ambiente e al senso civico”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684