Celebrato in città il 205° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri - QdS

Celebrato in città il 205° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri

Luigi Solarino

Celebrato in città il 205° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri

mercoledì 12 Giugno 2019 - 00:00
Celebrato in città il 205° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri

Nel corso della cerimonia fatto un bilancio dell’attività operativa svolta dai militari in provincia. Gli ultimi 12 mesi hanno visto una diminuzione dei delitti in generale passati da 10.072 a 9.940

SIRACUSA – Celebrato anche nella città aretusea, il 205°anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Le celebrazioni, svoltesi in piazza Duomo alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose, sono state un occasione per fare il bilancio dell’attività operativa svolta dall’Arma in provincia di Siracusa nel periodo compreso tra giugno 2018 e maggio 2019.

Il Comandante Provinciale, Colonnello Giovanni Tamborrino, ha illustrato l’intensa attività svolta dagli uomini e dalle donne delle 25 Stazioni e 1 Tenenza inquadrate in 3 Compagnie, che “Punteggiano in modo capillare l’intera provincia e che hanno affrontato in armonia le insidie e le difficoltà di uno splendido ma al tempo stesso complesso territorio, a piena garanzia della sicurezza dei cittadini della provincia aretusea”. “Nella stessa realtà – ha proseguito il Colonnello Tamborrino – operano anche articolazioni di altri Reparti dell’Arma non Territoriale (Sezione Tutela Patrimonio Culturale e Nucleo Ispettorato del Lavoro) e gli assetti di Polizia Militare incardinati presso i Comandi della Marina di Augusta e dell’Aeronautica di Sigonella, tutti impegnati in armonica sinergia tra loro e con le altre Forze di Polizia nel contrasto alle varie forme di criminalità”.

L’attività preventiva dispiegata ha fatto registrare nei 12 mesi presi in esame, 19.255 servizi esterni, con una proiezione sul territorio pari a 95.718 ore. I reati per cui ha operato l’Arma dei Carabinieri, che ha proceduto nel 69 % di quelli complessivamente denunciati a tutte le Forze di Polizia, nel capoluogo ed in provincia, sono stati oltre 14.250. Gli ultimi 12 mesi hanno visto una diminuzione dei delitti in generale, passati da 10.072 a 9.940 (-1,3%), a fronte di un incremento dei reati scoperti da 2.840 a 3.016 (+6,2%): in particolare si sono registrati un decremento delle rapine da 78 a 63 (-19,2%), dei furti da 4.939 a 4.503 (-8,8 %) e degli attentati incendiari, da 155 a 106 (-31,6%). Le denunce a piede libero per reati vari sono state circa 3.200, mentre gli arresti complessivamente eseguiti sono stati 654, di cui 493 in flagranza e 161 su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Le contravvenzioni penali accertate sono state 360, con conseguenti 67 arresti e 315 denunce in stato di libertà. L’attività antidroga, che ha registrato un incremento del 600% circa, ha portato al sequestro di complessivi 356 kg di stupefacenti di vario tipo, del valore di circa € 2.000.000, consentendo, oltre a numerosi arresti, anche l’individuazione di 359 soggetti dediti all’assunzione di droghe, per lo più giovani, segnalati alle Prefetture di residenza. Per quanto riguarda i servizi in materia di circolazione stradale, 4.510 sono stati i verbali al Codice della Strada redatti a carico di indisciplinati utenti della strada, con sanzioni amministrative pari a circa € 2.079.000.

Nel quadro dell’attività di prevenzione dei reati vi sono stati ben 63 incontri e conferenze dei comandanti di Stazione e di Compagnia con le scolaresche, intesi a prevenire i reati di bullismo, cybercrime blue whale e l’uso di stupefacenti cui hanno partecipato in tutto oltre 4.500 studenti.

Il contrasto ai reati in materia di violenza di genere, (maltrattamenti in famiglia ed agli atti persecutori stalking), ha visto un consolidamento dell’attività operativa che si è concretizzata, negli ultimi 12 mesi, con il deferimento in stato di libertà e di arresto di oltre 50 soggetti resisi responsabili di odiose condotte in danno di fasce deboli.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684