WhatsApp, allarme sicurezza, chiunque ti può spiare, come evitarlo - QdS

WhatsApp, allarme sicurezza, chiunque ti può spiare, come evitarlo

Luigi Ansaloni

WhatsApp, allarme sicurezza, chiunque ti può spiare, come evitarlo

mercoledì 06 Ottobre 2021 - 18:35

Spesso in maniera inconscia, forniamo ogni dettaglio della nostra vita alle aziende di cui usufruiamo gratuitamente dei prodotti. Ecco come evitare problemi

L’accusa e le preoccupazioni non sono da poco: WhatsApp ci potrebbe spiare. La buona notizie è che ora possiamo anche scoprirlo, in pochi clic.

ZUCKERBERG NEL CICLONE

Non deve essere un momento particolarmente felice per Mark Zuckerberg, tra il down delle sue applicazioni social (tra le quali appunto Whatsapp) per sei ore e le accuse dell’ex dipendente di Facebook, la talpa, da lui bollate come false.

Su Whataspp, che come Instagram e Facebook appartiene alla galassia di Zuckerberg, vengono recepite conversazioni, posizioni, sistemi di pagamenti utilizzati, preferenze commerciali, cronologia delle navigazioni e tante altre informazioni che consentono una profilazione integrale di chi usa questo servizio.

Spesso in maniera inconscia, forniamo ogni dettaglio della nostra vita alle aziende di cui usufruiamo gratuitamente dei prodotti.

COME SCOPRIRE SE TI SPIANO

Per scoprire se l’account WhatsApp è “controllato”, uno dei metodi utilizzati è duplicare l’account per utilizzarlo su due dispositivi. Non facile, ma si può fare.

Un altro modo che possono usare per “hackerare” il tuo account è sfruttare alcuni trucchi con WhatsApp Web. Non è possibile aprire lo stesso account su due computer contemporaneamente: se ciò accade, infatti, si aprirà una finestra che ti informa che qualcun altro sta utilizzando l’account, ma per risolvere il problema, devi solo fare clic sul pulsante per accedere dal tuo computer. C’è un modo veloce per controllare su quali dispositivi è aperto il tuo account.

Premendo l’opzione con il nome “WhatsApp Web”, avremo sullo schermo un elenco di tutti i dispositivi, contiene il sistema operativo, comprese le date di accesso, avrai tutti questi dati che ti daranno più indizi. 

È possibile chiudere qualsiasi sessione e supervisionarla d’ora in poi. Possibile mettere anche un sistema di blocco sul tuo cellulare , sia esso un PIN, una password o una sequenza. 

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684