Comune di Modica, è scontro tra maggioranza e opposizione - QdS

Comune di Modica, è scontro tra maggioranza e opposizione

Stefania Zaccaria

Comune di Modica, è scontro tra maggioranza e opposizione

mercoledì 02 Giugno 2021 - 00:00

I consiglieri di minoranza hanno alzato la voce lamentando scarsa attenzione verso le proposte avanzate. Al centro del dibattito l’M5S e due iniziative: "Case a un euro" e "Comunità energetiche"

MODICA (RG) – Che al Consiglio comunale di Modica ci sia una maggioranza schiacciante, non è sicuramente un mistero.

È da anni che l’opposizione reclama una maggiore attenzione: qualche settimana fa, ad esempio, i consiglieri della minoranza hanno indetto anche una conferenza stampa per denunciare la completa indifferenza per tutto ciò che riguarda proposte e idee. La situazione non è mai cambiata.

È in particolare il Movimento 5 Stelle a sottolineare la totale mancanza di credito. “Non è la prima volta che la maggioranza consiliare – ha evidenziato il consigliere del M5S Marcello Medica – boccia proposte utili alla città e ai modicani, solo perché provenienti dalla minoranza e in particolare dal M5S. Nell’ultima seduta del Consiglio comunale, la maggioranza ha, infatti, boicottato le mozioni a mia firma, una avente ad oggetto il progetto ‘Case ad 1 euro’ e l’altra la promozione di ‘Comunità energetiche e di Autoconsumo collettivo’. Una bocciatura intenzionale avvenuta con l’astensione dei consiglieri di maggioranza, senza alcun motivo addotto a giustificare le proprie scelte ed in assenza di un democratico dibattito politico, sui temi illustrati in aula in modo dettagliato”.

“Unico confronto dialettico – ha continuato – quello della consigliera Floridia sulla seconda mozione. Nella confusione di ruoli fra Giunta e Consiglio, le veci dei gruppi consiliari di Maggioranza li ha assunti – come sempre avviene – il sindaco, a dimostrazione dell’inconsistenza politica e della limitatezza dialettica dei gruppi che lo sostengono, che hanno risvegliato la propria azione unicamente per bloccare le proposte del M5S”.

Il sindaco dal canto suo sostiene di aver dato spazio al M5S visto che ha adottato provvedimenti in linea con le mozioni del M5S ed è per questo che ha chiesto al consigliere di ritirare entrambi gli atti.

Il rifiuto del consigliere del M5S “si è fondato sulla ferma convinzione che le mozioni mirano l’una (Case ad 1 euro) alla valorizzazione dei quartieri delle aree storiche maggiormente spopolati ed in stato di abbandono, l’altra (Comunità Energetiche e di Autoconsumo Collettivo) a rispondere sia a esigenze e bisogni della cittadinanza, sia alla salvaguardia dell’ambiente”.

“La valenza di ciascuna delle due mozioni da me presentate vanno oltre i provvedimenti adottati dal sindaco, e che pertanto era opportuno procedere alla votazione degli atti. Dispiace – hanno aggiunto dal M5S di Modica – che su atti così importanti per la città non ci sia stata la convergenza di tutte le forze politiche”.

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001