Comunicare con il territorio anche in tempi di emergenza - QdS

Comunicare con il territorio anche in tempi di emergenza

redazione

Comunicare con il territorio anche in tempi di emergenza

mercoledì 18 Novembre 2020 - 00:00
Comunicare con il territorio anche in tempi di emergenza

Confronto tra Enti locali curato da Anci Sicilia e Ansa

“La comunicazione istituzionale è fondamentale, non è un vezzo di un sindaco ma l’esigenza di una comunità come abbiamo capito soprattutto nel corso di questa drammatica pandemia”. Per questo serve “collaborazione con chi fa informazione autorevole e verificata come l’Ansa. Abbiamo cominciato un percorso come Anci, che spero proseguirà”, perché sarà utile anche “a formare i sindaci sulla comunicazione istituzionale; i sindaci devono sentirsi come delle start up”. Questo il commento del presidente di Anci Sicilia, Leoluca Orlando, intervenuto al webinar organizzato dall’Associazione dei Comuni siciliani in collaborazione con l’Ansa dal titolo “Comunicare con il territorio in tempi normali e in emergenza Covid-19. L’informazione come servizio ai cittadini”.

All’incontro, moderato dal segretario generale dell’Associazione, Mario Emanuele Alvano, hanno partecipato più di cento amministratori e addetti stampa di Enti locali collegati in video-conferenza.

L’invito alla collaborazione lanciato del presidente di Anci Sicilia è stato condiviso dal direttore dell’Ansa Luigi Contu, che ha parlato del nuovo progetto “Ansa Local” per il 2021: “Il Covid ha messo in luce la necessità assoluta di collaborazione tra noi e gli amministratori locali, il virus ci sta dimostrando che l’informazione e la comunicazione affidabili sono fondamentali”.

Contu ha sottolineato l’importanza della corretta informazione rispetto a quanto avviene nei social network: “C’è tanto rumore, con un livello raggiunto ormai insopportabile per i cittadini. C’è una pandemia dell’informazione che ha contribuito a creare confusione nell’opinione pubblica, che nel corso di questi mesi si è resa conto che per avere una informazione corretta deve rivolgersi a chi è formato per dare le notizie. L’Ansa ha la fortuna di avere giornalisti formati su temi specifici (sanità, economia, politica internazionale) e questo è il valore dell’informazione. Noi abbiamo un vantaggio che nessun altro ha nel Paese, quello di potere sfruttare la nostra presenza sui territori e il rapporto stretto con gli amministratori per supportare lo sviluppo in corso in tutto il mondo dell’informazione locale”.

Nel suo intervento incentrato sul ruolo della comunicazione istituzionale, Roberto Baldassari, direttore generale Lab2101e docente di Integrated communication methods all’Università La Sapienza, ha invitato i sindaci, in questa fase pandemica, “a parlare direttamente ai giovani e non ai padri dei propri figli. Non è vero che l’opinione pubblica dei giovani non ascolta. Il problema è che bisogna parlare direttamente a loro”.

Ha poi esortato gli amministratori a comunicare anche l’idea di futuro. “C’è un allenamento mentale all’epidemia – ha sostenuto Baldassari – e la comunicazione avviene tutta sull’emergenza. Giusto, ma cercate però di comunicare un po’ di futuro, le persone chiedono di ripartire anche mentalmente”.

Di fake news e del rischio per gli amministratori di diventarne soggetti “passivi o attivi” ha parlato Enzo Quaratino, che ha guidato la redazione Cronache italiane dell’Ansa, mentre il responsabile della sede di Ansa Sicilia, Franco Nuccio, ha fornito i numeri sulla presenza nell’Isola dei cronisti dell’Agenzia e ha rappresentato l’importanza dei rapporti di collaborazione con gli amministratori, definendoli “le antenne” nei territori per chi fa “corretta informazione”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684