Contagi a scuola e chiusure, allarme in Sicilia, la situazione - QdS

Contagi a scuola e chiusure, allarme in Sicilia, la situazione

web-la

Contagi a scuola e chiusure, allarme in Sicilia, la situazione

web-la |
sabato 27 Febbraio 2021 - 18:13
Contagi a scuola e chiusure, allarme in Sicilia, la situazione

E' quanto emergerebbe da una riunione del Comitato Tecnico Scientifico, che stilerà un verbale dal quale potrebbero arrivare indicazioni che saranno prese in considerazione nel nuovo Dpcm

C’è un impatto dei nuovi contagi nelle scuole, ma differenziato. Per questo sarebbe auspicabile una modulazione delle misure a seconda delle zone, variabile in base a Comuni o Province e non soltanto su base regionale.

E’ quanto emergerebbe da una riunione del Comitato Tecnico Scientifico, che stilerà un verbale dal quale potrebbero arrivare indicazioni che saranno prese in considerazione nel nuovo Dpcm.

Secondo il Cts, con la stabilità dei contagi in zona gialla per 3 settimane consecutive, le attuali disposizioni sulle lezioni in presenza non dovrebbero cambiare. Al verbale sarà allegato uno studio Iss, sul quadro contagi-scuole.

Prevedere lezioni a distanza in tutte le scuole nelle zone rosse regionali o in quelle locali, ma anche oltre il superamento di una determinata soglia di incidenza, a prescindere dal colore. Una delle quote in discussione sarebbe intorno ai 100 casi ogni 100mila abitanti. E’ quanto emergerebbe da una riunione del Comitato Tecnico Scientifico.

LA SITUAZIONE IN SICILIA

Asili, scuole di ogni ordine e grado e università chiuse a Enna fino al 13 marzo per fare fronte alla “mutata situazione epidemiologica, con un incremento sensibile dei casi di positività” al Covid-19.

E’ la decisione del sindaco di Enna, Maurizio Dipietro, che ha emesso un’ordinanza che dispone il blocco delle lezioni in presenza per 15 giorni.

La decisione è legata alla “presenza in ambito scolastico del personale e degli alunni” di casi positivi e che “l”incremento attiene indifferentemente tutte le fasce d’età della popolazione scolastica, che ha visto già la sospensione temporanea dell’attività didattica di cinque classi in cinque diversi istituti e della Scuola dell’Infanzia”.

“Valutato l’impatto che tale nuova situazione epidemiologica può avere sulla salute pubblica” ed “arginare e contenere la diffusione del rischio di contagi” il sindaco “ritiene opportuno la sospensione dell’attività didattica per tutte le scuole di ogni ordine e grado pubbliche e private della città di Enna per la durata di giorni 15 dalla data odierna”.

Alla luce di queste valutazioni il sindaco ha disposto nell’ordinanza anche la “sospensione dei servizi socio-educativi per la prima infanzia nonché dei servizi educativi delle scuole dell’infanzia” nel Comune di Enna “dal 27 febbraio 2021 al 13 marzo 2021, fatta salva la facoltà di revoca del presente provvedimento laddove l’attività istruttoria di competenza dell’Asp dovesse escludere la sussistenza di pericoli per la salute dei fruitori del servizio scolastico relativamente alla scuola di pertinenza”.

Sono state messe in quarantena cinque classi dell’Istituto di istruzione superiore Cataudella di Scicli – due del plesso Tecnico economico e tre di quello Tecnico agrario – dopo che tre alunni e un docente sono risultati positivi al Covid-19.

Le persone in isolamento sono complessivamente 149: 124 studenti, 21 docenti e quattro del personale Ata. A tutti sarà effettuato il tampone molecolare di controllo dopo dieci giorni di quarantena.

Le classi faranno soltanto didattica a distanza. In quarantena anche gli alunni e il personale delle due sezioni della scuola dell’infanzia di Donnalucata dell’Istituto Comprensivo “E. Vittorini”. Anche per loro sarà effettuato il tampone molecolare di controllo dopo dieci giorni di quarantena.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684