Coronavirus e traffico ridotto nelle città, “Effetti sul clima con blocchi prolungati” - QdS

Coronavirus e traffico ridotto nelle città, “Effetti sul clima con blocchi prolungati”

redazione

Coronavirus e traffico ridotto nelle città, “Effetti sul clima con blocchi prolungati”

martedì 24 Marzo 2020 - 00:00
Coronavirus e traffico ridotto nelle città, “Effetti sul clima con blocchi prolungati”

I meteorologi del Centro meteo italiano fanno il punto sull’impatto delle misure restrittive. “Ma l’emergenza sta sicuramente riducendo gli inquinanti emessi nell’atmosfera”

PALERMO – Che impatto stanno avendo sul clima e sulla qualità dell’aria le misure imposte dal Governo per contenere la diffusione del Coronavirus? Come abbiamo scritto qualche giorno fa, nell’inchiesta pubblicata giovedì 19 marzo “Ma il virus ci fa (anche) respirare meglio”, la sostanziale riduzione dei mezzi privati in circolazione nelle città italiane, grazie anche all’applicazione da parte di molte aziende dello smart working, sta avendo degli effetti benefici sull’ambiente e, dunque, sulla salute dei cittadini. Ma quali sono le conseguenze per le temperature e per le condizioni meteorologiche? Sul punto rispondono i meteorologi del Centro meteo italiano.

1) Da quando è iniziata l’emergenza coronavirus e il Governo ha attuato misure restrittive in tutto il Paese, i livelli di smog sembrano essersi molto ridotti. Le condizioni meteorologiche subiscono influenze da questo stop?
“La riduzione del traffico come di alcune industrie per lo stop voluto dal governo per fronteggiare l’emergenza coronavirus sicuramente sta avendo un impatto sulla diminuzione degli inquinanti emessi nell’atmosfera. Per quanto riguarda le condizioni meteorologiche, almeno quelle a larga scala, possiamo dire che non risentano praticamente per nulla di uno stop per il momento così esiguo, sia nel tempo che nello spazio. Al più potremmo trovare qualche correlazione per quanto riguarda alcune particolari condizioni microclimatiche, anche se gli effetti si produrrebbero solo in caso di blocchi più prolungati.

2) Le immagini dell’Esa che stanno girando su internet in questi giorni, raccontano un’ombra sulla Pianura Padana che dal rosso intenso sbiadisce fino al giallo: che impatto ha questa riduzione dell’inquinamento sull’atmosfera?
“Le immagini diffuse dall’Esa e provenienti dal satellite Copernicus Sentinel-5P mostrano un calo della concentrazioni di alcuni inquinanti, segnatamente sulla Pianura Padana. Questo è ovviamente legato alla drastica riduzione del trasporto veicolare e in parte anche alla diminuzione delle attività industriali. Come avvenuto in Cina dunque, anche sull’Italia e probabilmente nei prossimi giorni anche su altre aree dell’Europa, il calo si deve alle misure adottate per contenere l’epidemia. Di un’atmosfera più pulita non se ne può che beneficiare”.

3) Secondo l’Arpa si sono ridotte le quantità di polveri sottili grazie ad una riduzione della circolazione degli autoveicoli, ma la concentrazione generale dei valori Pm 10 non sarebbe coinvolta a causa delle condizioni meteo stabili di questi giorni. Qual è la tendenza meteo nei prossimi giorni?
“La concentrazione particolarmente alta degli inquinanti nei primi mesi di questo 2020 si deve sicuramente alle condizioni meteo che hanno visto una prevalenza di anticicloni con conseguente stabilità atmosferica e ristagno dell’aria nei bassi strati. Nel corso dei prossimi giorni è comunque previsto un cambio di circolazione con il possibile arrivo per la prossima settimana di una massa d’aria artico-continentale. Freddo accompagnato da pioggia e vento, fattori sicuramente favorevoli per un’ulteriore pulizia dell’aria”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684