Corridoi umanitari, Scicli in prima linea - QdS

Corridoi umanitari, Scicli in prima linea

Stefania Zaccaria

Corridoi umanitari, Scicli in prima linea

mercoledì 15 Settembre 2021 - 00:20

Il Consiglio comunale ha discusso un ordine del giorno per attivare iniziative in merito, unanime il consenso. Resi Iurato: “Unico strumento di risposta per le sofferenze dei popoli in guerra”

SCICLI (RG) – Corridoi umanitari subito. Si è parlato di questo nell’ultimo Consiglio comunale di Scicli con un punto all’ordine del giorno sul patto di solidarietà diffusa. Il punto è stato approvato all’unanimità da tutti i consiglieri presenti e diversi sono stati gli interventi a favore dell’iniziativa.

“I corridoi umanitari sono l’unico strumento di risposta immediata alle sofferenze dei popoli in guerra, che come nel caso dell’Afghanistan vedono le donne come principale obiettivo di sopraffazione e violenze – ha detto la consigliera Resi Iurato -. La richiesta del Patto di Solidarietà si unisce alle tante richieste che stanno arrivando dal mondo della politica, della cultura e della religione: è necessario agire presto, istituendo vie sicure per i profughi attraverso Corridoi umanitari europei”.

“Tale appello – ha aggiunto – è stato espresso anche dal delegato Anci per l’immigrazione che scrivendo al ministro Lamorgese si è così espresso ‘I sindaci italiani sono pronti a fare la loro parte nell’accogliere le famiglie afghane. Non c’è tempo da perdere, sappiamo bene come i civili che hanno collaborato con le nostre missioni in Afghanistan oggi siano in forte pericolo, soprattutto donne e minori. Il Governo si sta muovendo per salvare vite umane, attraverso l’azione delle prefetture sul territorio e i sindaci mettono a disposizione la propria esperienza’. Per queste motivazioni abbiamo chiesto al consiglio Comunale di Scicli di discutere questo Odg e al sindaco e alla Giunta di impegnarsi ad aderire all’iniziativa promossa dall’Anci e ad attivarsi in ogni sede opportuna affinché vengano riconosciuti i corridoi umanitari come strumento per garantire in sicurezza l’accoglienza dei profughi provenienti da aree a rischio”.

“A riconoscere che a Scicli si è già vissuta con profitto e impegno l’esperienza dei corridoi umanitari e che il prossimo impegno nell’accoglienza – ha continuato – potrebbe essere frutto di questa esperienza positiva già vissuta, a raccogliere e farsi portavoce della disponibilità e sensibilità già dimostrata da ampi settori della nostra comunità e dalle associazioni laiche e religiose che si occupano di accoglienza nel nostro territorio istituendo una consulta sulle tematiche dell’accoglienza coinvolgendo i principali attori operanti nel territorio sciclitano”.

Il coro di plauso all’iniziativa è stato unanime: anche il sindaco di Scicli Enzo Giannone, per voce della vicesindaco Caterina Riccotti, si è detto favorevole alle proposte giunte dalle associazioni che compongono il Patto di Solidarietà diffusa e insieme all’Amministrazione comunale ha assicurato di attivarsi presto per mettere in campo le iniziative portate in Consiglio.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684