Obbligo Green pass, dove si potrà entrare senza, ecco le possibili eccezioni - QdS

Obbligo Green pass, dove si potrà entrare senza, ecco le possibili eccezioni

web-mp

Obbligo Green pass, dove si potrà entrare senza, ecco le possibili eccezioni

web-mp |
giovedì 13 Gennaio 2022 - 07:10

Niente certificazione per andare al supermercato, dal medico o in farmacia. Sono queste alcune delle eccezioni inserite nel prossimo Dpcm previsto dall'ultimo dl Covid

La farmacia, l’ospedale, l’ambulatorio del medico di base o il veterinario. Sono queste, secondo quanto si apprende, alcune eccezioni all’obbligo di esibire il green pass per l’accesso a servizi e attività commerciali in arrivo con il Dpcm previsto dall‘ultimo dl Covid, in preparazione.

Ad essere consentite senza certificato (base o rafforzato) dovrebbero essere, quindi, le esigenze alimentari (ma non quelle attività come ristoranti e bar per intenderci) quelle sanitarie, oltre a quelle di giustizia e pubblica sicurezza.

Le eccezioni per l’obbligo green pass in vigore dal 1 febbraio

Il Dpcm deve essere varato “entro quindici giorni dalla data di entrata in vigore» del decreto, c’è tempo quindi fino al 22 gennaio. Nell’elenco delle eccezioni sono inseriti i servizi considerati «necessari per assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona”.

Dove continuerà a essere obbligatorio il green pass

Con il decreto in vigore dal 10 gennaio, è scattato l’obbligo di super green pass per tutti i mezzi di trasporto pubblici (treni, aerei, pullman, navi, bus, metro, tram), per i servizi di ristorazione all’aperto, musei, piscine al chiuso e all’aperto, palestre, centri termali e parchi divertimento, alberghi e strutture ricettive; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose (come battesimi o matrimoni); sagre e fiere, congressi, impianti di sci, sport di squadra anche all’aperto (come il calcetto); centri culturali, sociali e ricreativi per le attività al chiuso all’aperto; sale gioco, sale bingo e casinò.

Dal 20 gennaio, invece, servirà solo il green pass base, ottenibile anche solo con un tampone, per andare dal parrucchiere, dal barbiere e dall’estetista o in un ufficio pubblico.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684