Dal dissesto finanziario al Piano regolatore Il bilancio del Consiglio pensando al futuro - QdS

Dal dissesto finanziario al Piano regolatore Il bilancio del Consiglio pensando al futuro

Desiree Miranda

Dal dissesto finanziario al Piano regolatore Il bilancio del Consiglio pensando al futuro

sabato 07 Settembre 2019 - 04:00
Dal dissesto finanziario al Piano regolatore Il bilancio del Consiglio pensando al futuro

Il presidente Castiglione: “Lavori in crescita, conferenze dei capigruppo passate da 18 a 28”

CATANIA – A un anno di distanza dall’insediamento del Consiglio comunale di Catania, si tirano le somme dell’attività svolta. “Abbiamo fatto un ottimo lavoro e ringrazio tutti i gruppi consiliari, sia di maggioranza che di opposizione per l’impegno che mettono quotidianamente nelle commissioni”, ha detto il presidente del Senato cittadino, Giuseppe Castiglione.

I dati relativi all’anno di lavoro, messi in relazione a quelli dello stesso periodo del 2018, sono in crescita. Le conferenze dei capigruppo, ad esempio, sono passate da 18 a 28. “Abbiamo fatto 45 Consigli comunali e solo in 11 casi c’è stata la prosecuzione – snocciola Castiglione – abbiamo fatto 46 conferenze dei capigruppo e questo significa che abbiamo fatto più riunioni che Consigli comunali. Si è lavorato benissimo per quanto riguarda le interrogazioni e le interpellanze con 35 tra ordini del giorno e mozioni e sono state adottate 44 proposte di deliberazione”.

“In tempi certi e celeri – prosegue – abbiamo votato delle delibere importanti e siamo già a lavoro per quello che dovremo fare. Mercoledì avremo un Consiglio straordinario per la situazione del Viale Vittorio Veneto, al più presto ci sarà il regolamento per il decentramento, atteso da anni, e quello del Consiglio stesso, vecchio del 2004. L’impegno è stato di tutti e sono certo che proseguiremo su questa strada per l’interesse della città e dei cittadini”, ha detto Castiglione.

Anche il presidente delle commissione Bilancio, Santi Bosco, sottolinea l’impegno proficuo di tutti i componenti dell’assise. “Abbiamo trovato una situazione difficile quando ci siamo insediati e ci siamo messi subito a lavorare in sinergia”, ha detto. Il riferimento è soprattutto alla delibera della Corte dei Conti che stabilisce il dissesto del Comune e a quelle ad essa collegata, ma anche, e più in generale, alle “tante delibere approvate in prima battuta, segno di una forza della maggioranza, ma in molti casi con la collaborazione dell’opposizione”.

Bosco non ha mancato di fare un riferimento anche al futuro. “Ci aspettano decisioni importanti – ha detto – una fra tutte quella riguardante il bilancio stabilmente riequilibrato” e si è detto “sicuro che questo Consiglio comunale continuerà a lavorare bene”.

Il presidente della commissione Bilancio, Manfredi Zammataro, ha posto l’accento sull’autonomia del Consiglio e sul ruolo che ad esso compete. “Siamo riusciti a fare spogliatoio”, ha detto usando una metafora calcistica. “Abbiamo lavorato tantissimo per il Piano regolatore generale rispettando le promesse fatte alla città portando in aula, prima della fine dell’anno, le linee generali”.

Anche l’opposizione, con il Movimento cinque stelle, ha sottolineato il clima di squadra del Consiglio senza però lasciarsi scappare l’occasione di porre l’accento sul contributo che i Cinque stelle hanno dato al lavoro svolto. “Il 55 per cento dell’attività lavorativa è stato spinto dal nostro gruppo”, hanno affermato i pentastellati.

Tra i dati le presenze dei consiglieri. In testa, con 44 presenze, Sebastiano Anastasi, Giuseppe Castiglione e Gaetano Russo. In coda alla classifica, con 14 presenze in un anno, c’è invece l’ex sindaco Enzo Bianco, entrato in Consiglio proprio perché arrivato secondo nella competizione elettorale.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684