Putin firma decreto gas, "Italia dovrà aprire conti in rubli nelle banche russe" - QdS

Putin firma decreto gas, “Italia dovrà aprire conti in rubli nelle banche russe”

web-iz

Putin firma decreto gas, “Italia dovrà aprire conti in rubli nelle banche russe”

web-iz |
giovedì 31 Marzo 2022 - 16:07

Putin ha deciso che tutti i Paesi ostili - tra i quali l'Italia - dovranno pagare il gas in rubli. E quindi aprire i conti nelle banche russe.

Ieri Putin aveva promesso a Draghi che l’Europa avrebbe potuto continuare a pagare il gas in euro. Oggi il dietrofront: firma il decreto che obbliga i “Paesi ostili” a pagare in rubli.

Il decreto sul gas di Putin: “Paesi devono aprire conti in rubli nelle banche russe”

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto sul pagamento in rubli delle forniture di gas ai cosiddetti ‘Paesi ostili’. Lo ha annunciato lo stesso Putin, esortando i Paesi occidentali ad aprire conti in rubli nelle banche russe per pagare il gas.

“Offriamo alle controparti di tali Paesi (ostili) uno schema chiaro e trasparente: per acquistare gas naturale russo, devono aprire conti in rubli nelle banche russe” a partire da domani, ha detto Putin, avvertendo che “i contratti esistenti per la fornitura di gas saranno interrotti se gli acquirenti provenienti da Paesi ostili non adempiranno ai nuovi termini di pagamento”.

“Se questi pagamenti non avverranno, lo considereremo un default da parte dei compratori, con tutte le conseguenze del caso – ha ammonito il leader russo – Nessuno vende niente gratis e non faremo la carità, i contratti esistenti saranno bloccati”.

In un incontro con il settore dell’aviazione Putin ha poi sottolineato: “Gli Stati Uniti cercano di incolpare noi per i loro errori di politica economica, sono sempre alla ricerca di qualcuno da incolpare, è abbastanza ovvio, lo vediamo”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684