Tempo di democrazia partecipata pure a Santa Caterina Villarmosa - QdS

Tempo di democrazia partecipata pure a Santa Caterina Villarmosa

redazione

Tempo di democrazia partecipata pure a Santa Caterina Villarmosa

giovedì 25 Novembre 2021 - 00:10

Si è già conclusa la prima fase della procedura, con la consegna delle proposte progettuali da parte della comunità. Adesso toccherà ai cittadini scegliere le proposte più utili al territorio

SANTA CATERINA VILLARMOSA (CL) – Nuovi passi in avanti sul tema della democrazia partecipata. Come reso noto dal sindaco Giuseppe Ippolito, infatti, prosegue l’iter per l’utilizzo delle risorse messe a disposizione dei cittadini che vogliono proporre idee finalizzate a migliorare la comunità.

Il Bilancio partecipativo è l’unico strumento di coinvolgimento attivo della cittadinanza nelle decisioni amministrative per la realizzazione di investimenti pubblici. L’Amministrazione di Santa Caterina ha a disposizione una cifra pari a 10.000 euro per dare spazio alle idee dei cittadini e realizzare dei progetti che nascano dalle loro dirette necessità.

Sono stati chiamati a raccolta tutti i cittadini residenti nel territorio comunale che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età, le associazioni, le aziende, gli Enti pubblici e privati e in generale tutti gli organismi di rappresentazione collettiva che abbiano sede legale od operativa sul territorio comunale. Le aree tematiche dei progetti dal Comune sono molteplici: dall’ambiente e l’ecologia allo sviluppo economico e turistico; dalle attività sociali, culturali e sportive alle politiche giovani.

Il processo che porterà alla realizzazione delle proposte si divide in varie fasi: la prima si è conclusa proprio nei giorni scorsi con la presentazione delle proposte da parte dei cittadini. Adesso, tutte le idee pervenute entro i termini saranno esaminate da uno o più tavoli tecnici sulla base dei seguenti criteri: fattibilità tecnica, economica e giuridica, compatibilità rispetto agli atti già approvati e stima dei costi, stima dei tempi di realizzazione e perseguimento dell’interesse generale, ed infine caratteristica dell’innovazione. Le proposte, con esclusione di quelle ritenute in contrasto con la disciplina del regolamento o il cui contenuto non sarà ritenuto pertinente, saranno messe in ordine di priorità e rappresentate in un documento denominato “Documento sulla partecipazione” da parte della Giunta comunale.

Spetterà poi ai cittadini, quindi, esprimersi sulla proposta più utile alla comunità locale. Alla fine del processo verranno realizzati i progetti approvati e liquidata la spesa a essi relativa.

Fabrizio Giuffrida

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684