Democrazia partecipata per il 2019 ad Agira, via all’analisi delle proposte - QdS

Democrazia partecipata per il 2019 ad Agira, via all’analisi delle proposte

Nicola Digiugno

Democrazia partecipata per il 2019 ad Agira, via all’analisi delle proposte

venerdì 21 Giugno 2019 - 00:00
Democrazia partecipata per il 2019 ad Agira, via all’analisi delle proposte

Numerose le aree tematiche interessate, tra cui ambiente, politiche sociali, cultura e tecnologia. Ieri lo stop all’avviso pubblico: adesso la palla è in mano alla Commissione di valutazione

AGIRA (EN) – Si è chiuso ieri il termine per prendere parte all’avviso pubblico firmato dall’assessore comunale al Bilancio, Rossana Conti, sul processo di Democrazia partecipata per l’anno 2019.

Il Comune ha chiamato a raccolta tutti i cittadini maggiorenni per presentare progetti legati alle aree tematiche ambiente, ecologia e sanità; lavori pubblici, mobilità e facilitazione alla viabilità urbana; interventi a favore dello sviluppo socioeconomico dell’area, turismo, agricoltura, artigianato, ambiente e commercio; spazi e aree verdi, manutenzione e realizzazione di interventi e aree verdi di quartiere e arredo urbano; politiche sociali d’inclusione e giovanili; attività sociali, scolastiche e educative, culturali e sportive, realizzazione di eventi, culturali e sportivi in relazione al territorio, iniziative a favore delle diverse categorie sociali; innovazioni tecnologiche e nuovi strumenti di comunicazione.

L’importo destinato alla Democrazia partecipata è di 15 mila euro. Chiuso il termine per la presentazione delle istanze, adesso la Commissione, composta dai responsabili di posizione organizzativa interessati, ne verificherà l’ammissibilità e fattibilità. In seguito, le idee ritenute ammissibili saranno inseriti nel documento “Progetti ammessi alla selezione”; quelli inammissibili raccolti nel documento “Progetti esclusi dalla selezione”. La Giunta comunale, con propria deliberazione, provvederà ad approvare i due documenti e la scheda di votazione, fissando anche la data e l’ora di avvio della votazione.

Nella scheda di votazione – che dovrà essere firmata e trasmessa, con allegata copia del documento d’identità, al Comune di Agira – si dovrà dichiarare di non ricoprire cariche elettive in organi di Comuni, Unioni di Comuni, Province, Città Metropolitane, Liberi Consorzi comunali, Regioni, Stato o Unione europea, fondazioni a partecipazione pubblica; di essere in regola con il pagamento dei tributi comunali, di aver preso visione dell’informativa del Comune di Agira per il trattamento dei dati personali.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684