Edilizia scolastica a Trapani, stanziati due milioni e mezzo - QdS

Edilizia scolastica a Trapani, stanziati due milioni e mezzo

Pietro Vultaggio

Edilizia scolastica a Trapani, stanziati due milioni e mezzo

sabato 11 Settembre 2021 - 00:00

Lo ha reso noto il senatore del Movimento 5 Stelle, Vincenzo Santangelo. I fondi saranno destinati agli Enti locali per lavori leggeri nelle classi e all’interno delle strutture scolastiche

TRAPANI – “Sono state pubblicate le graduatorie relative all’avviso pubblico da 270 milioni di euro destinati agli Enti locali per lavori di edilizia leggera nelle classi e all’interno delle strutture scolastiche (pari a 200 milioni) e gli affitti di spazi per la didattica (pari a 70 milioni)”. Lo ha reso noto Vincenzo Maurizio Santangelo, senatore del Movimento 5 Stelle.

Risorse che saranno disponibili anche per la Provincia di Trapani, per un totale di due milioni e mezzo. “Entrambi gli interventi sono volti a garantire la ripresa in presenza delle attività didattiche per l’anno scolastico 2021-2022, nel rispetto della normativa anti Covid-19. Le candidature erano state aperte dal 6 al 13 agosto e sono state divise secondo tre diverse tipologie di intervento: affitti e relative spese di conduzione, noleggi di strutture modulari e relative spese di conduzione e lavori di messa in sicurezza e adeguamento degli spazi e delle aule”, ma Santangelo, raggiunto dal QdS, precisa, che “per quanto riguarda gli affitti, sono 269 gli Enti ammessi al finanziamento per un totale di 26.645.919,66 euro.

“Per i noleggi – aggiunge – sono 247 gli Enti finanziati, per un totale di 43.190.380,54 euro. Per i lavori di messa in sicurezza e adeguamento sono stati ammessi al finanziamento 1.299 Enti, per un totale di 175.112.377,39 euro. Si tratta di interventi che coinvolgeranno nel complesso una popolazione scolastica di 806.233 studenti, pari a circa 38.000 classi”.

In particolare, i finanziamenti relativi alla Provincia di Trapani saranno così ripartiti: per affitti di locali e spazi e conseguenti spese di conduzione, 150 mila euro per il Libero Consorzio Comunale di Trapani; 160.751,60 per il Comune di Alcamo; 90 mila euro per il Comune di Trapani. Per noleggi di strutture modulari temporanee a uso didattico, 450 mila euro per il Libero Consorzio Comunale di Trapani; 111.590,00 euro per il Comune di Trapani e 165 mila euro per il Comune di Castelvetrano. Per lavori di adattamento di spazi, ambienti e aule didattiche di edifici pubblici adibiti sempre ad uso didattico, 400 mila euro per il Libero Consorzio Comunale di Trapani; 200 mila euro per il Comune di Alcamo; 200 mila euro per il Comune di Trapani; 200 mila euro per il Comune di Marsala; 200 mila euro per il Comune di Salemi e 190 mila euro per il Comune di Castellammare del Golfo.

“Grazie a questi fondi sarà possibile razionalizzare gli spazi dei nostri istituti scolastici al fine di garantire una ripresa delle attività in sicurezza – conclude Santangelo. Ancora una volta, grazie all’ottimo lavoro svolto dalla sottosegretaria Barbara Floridia, che ringrazio per l’impegno profuso, viene prestata massima attenzione alle esigenze dei nostri giovani e della loro formazione”. Sono stati dei giorni importanti anche per il Movimento 5 Stelle. Sono arrivati i risultati sulla votazione riguardante il nuovo Statuto proposto da Giuseppe Conte, “quasi 61 mila sono stati i voti favorevoli – afferma Santangelo”.

“Adesso – sottolinea – il nuovo corso del M5S può finalmente avere inizio, partendo dai nostri saldi principi che adesso saranno anche scolpiti all’interno del nuovo Statuto e continueranno ad orientare la nostra azione politica dentro e fuori le Istituzioni”.

Nei giorni scorsi si è tenuta anche un’altra importante votazione per rendere ufficiale l’investitura di Giuseppe Conte come nuovo Presidente del Movimento 5 Stelle. “Anche in questo caso è stato un plebiscito. Non ho mai avuto alcun dubbio sul fatto che fosse lui la persona giusta per guidare il Movimento e il Paese. Alla guida dei suoi Governi ha dato prova di grande competenza. Desidero ringraziare Vito Crimi – continua – per lo straordinario lavoro svolto in questi anni. Molto spesso si è trovato a dovere svolgere un ruolo da parafulmine a fronte dei vergognosi attacchi che piovevano a reti unificate al M5S e lo ha fatto come sempre con la pacatezza e la determinazione che da sempre lo hanno contraddistinto”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684