Efficienza energetica nella Pa, finanziati dodici progetti in Sicilia - QdS

Efficienza energetica nella Pa, finanziati dodici progetti in Sicilia

Rosario Battiato

Efficienza energetica nella Pa, finanziati dodici progetti in Sicilia

sabato 08 Febbraio 2020 - 00:00
Efficienza energetica nella Pa,  finanziati dodici progetti in Sicilia

Dal Ministero arrivano le risorse per ridurre i consumi in sessantadue strutture in tutto il Sud, compresi scuole e ospedali. Anche la Regione, nella scorsa estate ha fatto la sua parte stanziando trenta milioni per centoundici interventi

PALERMO – Si piazzano sulla via dell’efficientamento energetico 62 edifici pubblici e ad uso pubblico che hanno ottenuto complessivamente 89 milioni di euro. Coinvolte quattro regioni del Sud: Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. Lo ha annunciato il ministero dell’Ambiente sul proprio sito ufficiale, precisando che “è attualmente in corso la trasmissione agli enti beneficiari degli atti convenzionali propedeutici all’avvio dei progetti”.

GLI EDIFICI INTERESSATI
Ci sono scuole, ospedali, edifici comunali e provinciali, nell’elenco degli immobili che avranno un miglioramento energetico delle proprie prestazioni. Si tratta di una media di oltre 1 milione di euro a intervento, tramite le risorse del Fondo sviluppo e coesione. Andando nel dettaglio, si tratta di 39 scuole, 25 municipi, 11 edifici pubblici, 4 castelli, 3 edifici storico-culturali, 2 aziende ospedaliere, 2 impianti sportivi, 1 biblioteca e 1 museo.

GLI INTERVENTI
Sono numeri importanti quelli che emergono una volta completate le azioni sugli immobili nella lista ministeriale. In primo piano c’è la riduzione dei consumi di energia degli edifici, con “una diminuzione stimata – si legge nella nota del ministero dell’Ambiente – tra il 30% ed il 40%”, nonché con la possibilità di “migliorare la salute e il benessere degli utenti”. Inoltre, queste azioni si inquadrano nell’ambito delle “strategie nazionali sui cambiamenti climatici, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi di riduzione della CO2, in linea con i target nazionali ed europei e puntano a stimolare la crescita della green-economy nelle quattro Regioni interessate, con significative ricadute sull’occupazione”.

GLI ENTI SICILIANI COINVOLTI
Ci sono 12 realtà isolane, su un totale di 62 progetti approvati, che potranno godere di questi fondi. Tra questi, citiamo la Città Metropolitana di Palermo, le due scuole del Comune di Agira, la “Diodoro” e la “Marconi”, e poi a seguire diversi comuni isolani: Belsito, Campofelice di Roccella, Giardinello, Marineo, Palazzo Adriano, Paternò, Randazzo, Tremestieri Etneo, Vicari.

L’AZIONE DELLA REGIONE
L’estate scorsa anche la Regione aveva avviato un piano ben preciso per ridurre i consumi. In campo c’erano 30 milioni di euro per 111 interventi che facevano parte di un grande piano per ridurre i consumi e ottenere di conseguenza anche uno sgravio dei costi energetici e un miglioramento delle prestazioni ambientali. L’operazione era a carico dell’azione 4.1.1 dei Fondi comunitari 2014-2020 che sono destinati, appunto, a una specifica area che riguarda da vicino la sostenibilità e la riqualificazione come gli interventi di ristrutturazione degli edifici, l’installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo e gestione dei consumi per la riduzione delle emissioni e per la produzione di energia da fonte rinnovabile.

GLI ULTIMI INTERVENTI
All’inizio di febbraio è stato comunicato che partiranno a breve i lavori di manutenzione straordinaria nel Palazzo di Città di Aci Castello per migliorarne il comfort e contenere i consumi energetici. Alla fine di gennaio via libera anche per il parcheggio di interscambio in piazza Risorgimento a Caltagirone. In entrambi i casi si tratta di finanziamenti assegnati dalla Regione nell’ottica di una maggiore sostenibilità anche dal punto di vista della mobilità in città.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684