Emanuele Scieri, chiesto rinvio a giudizio per cinque - QdS

Emanuele Scieri, chiesto rinvio a giudizio per cinque

redazione web

Emanuele Scieri, chiesto rinvio a giudizio per cinque

sabato 01 Agosto 2020 - 15:26
Emanuele Scieri, chiesto rinvio a giudizio per cinque

Dalla Procura della Repubblica di Pisa per l'assassinio, vent'anni fa, del parà siracusano da parte di suoi superiori della Folgore. Un omicidio aggravato "da motivi futili e abietti", finora nascosto da coperture e favoreggiamenti


La Procura della Repubblica di Pisa ha chiesto il rinvio a giudizio per i cinque indagati a vario titolo nell’inchiesta sulla morte di Emanuele Scieri, il parà siracusano morto nella caserma Gamerra di Pisa il 13 agosto del 1999.
L’udienza preliminare si svolgerà il prossimo nove novembre davanti al gup Pietro Murano.

Rischiano il processo tre ex caporali – Luigi Zabara, Andrea Antico e Alessandro Panella – accusati di omicidio volontario aggravato da motivi futili e abietti, ma anche Salvatore Romondia, 73 anni, di Pisa, all’epoca aiutante maggiore, e l’ex comandante dell’epoca della Folgore, il generale Enrico Celentano, 76 anni.

Sia Romondia, che il generale Celentano sono accusati di favoreggiamento.

Secondo la ricostruzione odierna della Procura di Pisa, Scieri, che aveva 26 anni, la sera del 13 agosto fu vittima di percosse da parte dei tre ex caporali in conseguenza di un violento atto di nonnismo consumatosi all’interno della caserma, in un’area dismessa in prossimità di una torre di prosciugamento dei paracaduti.

Per sfuggire alle botte tentò di salire sulla scaletta in ferro all’esterno della torre, ma qui fu raggiunto e colpito ancora perdendo l’equilibrio e precipitando a terra da un’altezza di diversi metri.

Il suo corpo fu abbandonato e fu ritrovato solo tre giorni dopo.

Gli investigatori avrebbero anche individuato le prove delle attività illecite di copertura messe in pratica nell’immediatezza dei fatti dall’ex aiutante maggiore e dall’allora comandante della Folgore.

Per la morte di Scieri c’è già stata davanti al gup militare di Roma l’udienza preliminare, aggiornata al 18 settembre, che vede imputati i tre ex caporali.

Luigi Zabara, Andrea Antico e Alessandro Panella devono rispondere del reato di violenza a inferiore mediante omicidio pluriaggravato in concorso.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684