Enna, intesa tra il Comune e Caritas per supportare i più bisognosi - QdS

Enna, intesa tra il Comune e Caritas per supportare i più bisognosi

Cinzia Nicita

Enna, intesa tra il Comune e Caritas per supportare i più bisognosi

mercoledì 21 Aprile 2021 - 00:00

L’Amministrazione del capoluogo ha approvato un sistema integrato di azioni finalizzato a supportare le famiglie della città messe in difficoltà dalla crisi economica legata alla pandemia

ENNA- La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Maurizio Dipietro, ha dato il via libera alla realizzazione di un sistema integrato di azioni partecipate e condivise tra l’Ente e l’organismo pastorale della Cei, Caritas ennese, nonché alla messa a disposizione di un automezzo a sostegno delle finalità della stessa.

Come sottolineato dal Comune, la necessità di pianificare e realizzare un tavolo di solidarietà responsabile a sostegno di chi è in difficoltà nasce dal particolare momento storico determinato dalla pandemia e dal conseguente crescente bisogno economico rilevato sul territorio, con lo scopo di dare risposte adeguate e concrete alle differenti situazioni personali e familiari dei soggetti interessati.

Il Comune si impegnerà, nei limiti delle proprie disponibilità di bilancio e dei trasferimenti regionali finalizzati agli interventi da porre in essere, a sostenere le attività svolte dalla Caritas a favore delle persone e famiglie in situazioni di povertà ed emarginazione sociale. Dall’altra parte, invece, l’organismo pastorale si impegnerà affinché il mezzo concesso con autista e accompagnatore sia idoneo per caratteristiche tecniche all’espletamento del servizio di approvvigionamento dal Banco alimentare della Sicilia, con sede a Catania, alla sede dell’emporio Caritas di Enna bassa e di Enna alta; che a nessun titolo, per il servizio di trasporto in oggetto, si richiedano prestazioni finanziarie e di qualsiasi altro genere.

Con la stipula del protocollo i firmatari si impegneranno, inoltre, a definire modalità e procedure comuni di collaborazione; condividere attraverso idonei gruppi di lavoro integrati, criteri, procedure e strumenti per gli interventi di supporto; tenere aggiornato il proprio sistema informativo sociale integrandolo con le informazioni del terzo settore; esercitare congiuntamente attività di monitoraggio, verifica e valutazione sulla realizzazione di quanto previsto.

Il documento firmato dalle parti rappresenta un modello sperimentale aperto all’adesione di ulteriori soggetti, parte del sistema integrato di erogazione dei servizi e prestazioni sociali, che ne condividono le finalità e le caratteristiche.

Come precisato dai due firmatari dell’intesa, l’adesione al protocollo non comporterà nessun onere economico a carico del Comune e della Caritas, se non concordato prioritariamente con le parti, e la sua durata avrà validità triennale.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684